I MITICI FUMETTI: AMANTI PADRONI IN...PLAGIO DIABOLICO (ALBO N.9)



PLAGIO DIABOLICO: Alzi la mano chi non ha mai desiderato voler conquistare qualsiasi donna e sottometterla alle più turpi perversioni con la sola forza del pensiero. È quello che succede a Lucio Vlanjc, il protagonista di questa storia che in seguito a un incidente acquisisce proprio questo insolito dono; quale occasione migliore, dunque, per poter finalmente arrivare alla donna che ha sempre desiderato possedere e che allo stesso tempo detesta? 

IL PREPOTENTE: In un paesino del profondo sud, Prospero, un tipo rude e dall'indole violenta, sembra avere in testa un unico pensiero: scoparsi Rosaria Castro, la più gran figa del paese, sposata con l'innocuo e mite Aloisio. L'uomo, grazie anche alla paura che riesce a incutere sui più deboli, riesce a non solo a giungere al suo scopo, ma addirittura ad instaurare una sorta di triangolo erotico coinvolgendo anche la giovanissima Nina, sorella di Rosaria. Ma la Sicilia, si sa, è terra di "uomini d'onore".

Le due storie che vi presento oggi sono entrambe contenute nel n.9 di questa testata antologica bimestrale edita dalla Ediperiodici. "Amanti Padroni" uscì per un totale di 7 numeri dal novembre del 1991 all'ottobre del 1992. Curiosamente (ne ignoro totalmente il motivo) i nn. 3/4 e 7/8 di questa breve collana recano questa doppia numerazione. Le scan, ottime, sono opera del nostro amico CHARLES che ringraziamo come sempre.

La trama della prima storia, seppur nella sua dubbia credibilità, risulta scorrevole e lineare. La bella femminista con l'avversione verso il membro maschile che cede ai comandi mentali del protagonista, riesce, a mio parere, a regalare ai lettori più di un momento erotico abbastanza eccitante, grazie appunto alla particolare situazione che l'autore è riuscito a mettere in scena.

Ma riguardo l'argomento "sottomissione forzata", è la seconda storia a farla da padrone in quest'albo, ricca di  scene erotiche davvero molto torride ed eccitanti con due protagoniste femminili l'una più bella e sensuale dell'altra che, pur subendo con la prepotenza le perversioni del protagonista, in fondo ci provano gusto, godendo come matte.

 "Plagio Diabolico", come indica anche la scritta in copertina, dovrebbe essere una storia inedita, della quale non sono riuscito a risalire al disegnatore. La seconda storia "Il Prepotente" risulta invece già pubblicata sul n.46 di A PORTE CHIUSE, ma con il titolo "La Paura". Anche in questo caso resta il mistero di chi sia il disegnatore, in quanto in uno dei volumi di Luca Mencaroni vengono attribuiti (e qui al mio socio Daice e all'amico Rob, facendo i debiti scongiuri, verrà come minimo un colpo applettico) ad Adriano Gabaglio. Su questo sconosciuto disegnatore c'era stato un acceso dibattito in occasione di un albo di Malizia pubblicato dalla nostra Tippy lo scorso 22 ottobre e che trovate CLICCANDO QUI.... Ovviamente c'è un errore, poiché lo stile dei disegni delle due storie in questione è totalmente diverso, Purtroppo, ancora una volta, mi trovo a spezzare una lancia in favore del buon Mencaroni che, a mio avviso, ha svolto un lavoro davvero encomiabile. Purtroppo, in diversi casi, soprattutto grazie ai gran casini che era capace di produrre la Ediperiodici, non era assolutamente facile risalire con assoluta certezza agli autori dei disegni e qualche erroruccio direi che è perdonabile. Si faccia avanti chi è in grado di identificare i due disegnatori di quest'albo.

BUONA LETTURA

ISI































































































































Commenti

  1. divertente e fantasiosa la prima storia..molto ben disegnata..la seconda e funzionale...carini i disegni..non troppo incisivi per i miei gusti..cmq e stata una piacevole lettura^^

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Mi ricordo bene la prima storia, molto accattivante e sopratutto disegnata da Dio!!
    La seconda non è opera di Gabaglio (e stavolta , caro socio Isi, la mia supposizione è fondata...)

    RispondiElimina
  4. Il primo episodio è divertente, almeno fino al tristissimo (e inutilissimo, ai fini dell'economia del racconto) finto allegamento dell'amante lesbo.

    Per il secondo, mi sarei aspettato un moto d'orgoglio del marito cornuto e contento, che anticipasse i temibili fratelli della moglie disonorata, ma la mia attesa è rimasta tale.

    In fin dei conti, se uno non è tagliato, non è tagliato...

    RispondiElimina
  5. Ormai questo "Gabbaglio" compare ovunque.... :(

    RispondiElimina

Posta un commento

Commenta

TOP 5: I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA