I MITICI FUMETTI: JUGULA in...UN BESTIALE CONNUBIO



IN QUESTO EPISODIO: La mora e sexy Lory, detta Jugula, racconta al suo innamorato, il giornalista Johnny Stamp le sue misteriose e inquietanti origini, di come è diventata una Licantropo-Vampira assetata di sangue...Una vicenda che ha origine dal secolo scorso e riguarda sua madre...

PS: Ringrazio DONATO CAZZESE per aver scovato e poi scansionato per il blog, questo episodio (il terzo) della famigerata serie JUGULA che offre l'opportunità ai lettori di scoprire le origini mostruose e morbose della sua protagonista. Tempo fa sul blog abbiamo ospitato un altro episodio di questa seria e presentato il personaggio chiaramente ispirato sia nelle fattezze della ragazza in copertina, sia nel nome della protagonista a Lory Del Santo. La Del Santo che come sappiano doveva essere molto amata all'epoca visto che era stata usata anche per un altra serie di ben più ampio successo di questa ovvero LA SCOPONA. Come noterete c'è proprio un abisso tra le due serie sia come genere, una è un horror l'altra una commedia, che sopratutto disegni che nel caso di Jugula sono proprio scadenti,spesso quasi abbozzati o tirati via, nel caso della serie invece EDIFUMETTO di Dorina, molto più curati e accattivanti. A mio parere, la Del Santo con il suo carattere svampito e fisicità "burrosa" era molto più adatta alla serie comica che non a questo splatter horror...E difatti JUGULA fu un flop, soli 5 numeri pubblicati dalla sconosciuta casa editrice REFLEX, anche se è talmente trash da risultare oggi un cult. In questa puntata fatta quasi tutta di flashback si mescola ogni tipo di erotismo, morboso, incestuoso, con animali, lesbo, violento...La scena forse più eccitante è proprio quella lesbo perchè almeno evita al contrario delle altre il raccapriccio visto che i protagonisti passano dal mostro al vecchio e viscido zio o addirittura il cane!! La scena più attesa con il bel giornalista purtroppo sarà brevissima e con un finale macabro....











































































Commenti

  1. Ammazza!! Passare da Ramba a... sta schifezza ; è stato un vero shock!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se i disegni fossero più curati e se invece del maledetto vecchiaccio ci fosse stato un DILF (come li chiama Tippy) non sarebbe stato male....

      Donato

      Elimina
    2. Domani torneremo al disegno sublime di Frollo...e li non ci sono paragoni con nessuno:))) Il bello di questo blog è che alla fine anche se viene accusato spesso di dare spazio solo ad alcune serie piuttosto che altre e invece molto vario e ogni giorno a scadenza mensile alterna serie di vario tipo, disegni bellissimi ad altri tremendi, risate e brividi, trash e cult... E come scrive Donato, qua la storia e certe situazioni potevano anche essere efficaci e piccanti se ci fosse stato un disegnatore più capace e al posto dello zio vecchio e decrepito ci fosse stato un piacente signore stile Dilf :)))

      Elimina
  2. La scena di lei appesa all'albero dopo l'inseguimento nel bosco è stata presa da "La Bestia" di Walerian Borowczyk. Va là che sfoggio di CULtura :)
    Mentre "la spada di fuoco" sembra tanto una citazione di Un Sacco Bello...E ora mi è venura voglia di riguardarmeli tutti e due...

    RispondiElimina
  3. Interessante come reperto archeologico di un epoca gloriosa del fumetto erotico italiano.
    Ma Lory Del Santo era davvero dappertutto in questi fumetti ?
    Oltre alla Scopona, è presente nell'episodio "Petrolio, armi, belle donne", dove si fà montare dal petroliere Kashoggi (episodio veramente accaduto)

    RispondiElimina
  4. la leccata di fica tra la vampira e l'uomo lupo mi ha dato i brividi.....

    RispondiElimina
  5. Conosco molto bene questo episodio di JUGULA, poiché fa parte della mia collezione di vecchi fumetti sexy originali. Ho notato che la copertina di questo episodio somiglia molto alla locandina di un'edizione in VHS del film I DIAVOLI N.2: ARISTOCRAZIA IMMORALE (1974). Infatti, su quella locandina compare l'edificio avvolto dalle fiamme sullo sfondo, e anche la ragazza seminuda legata con le corde. E' raffigurato anche il volto di un uomo, che sulla copertina di JUGULA N.3 è sostituito dalla bocca dotata di fameliche fauci, con, ovviamente in aggiunta, la Del Santo in versione vampiresca. Proprio per questa citazione filmica, penso che la copertina di questo episodio di JUGULA sia davvero molto artistica.
    Max

    RispondiElimina

Posta un commento

Commenta

TOP 5: I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA