I MITICI FUMETTI: ATTUALITA' PROIBITA in....RICCHI, PORCI E VIZZIOSI



Grazie allo scan del nostro instancabile amico e collega blogger CHARLES per questo lungo week end estivo vi propongo il numero 12 della seconda stagione della serie antologica ATTUALITA' PROIBITA, albo che contiene ben 4 episodi completi a base di erotismo con varie spruzzate di noir, violenza, dramma e commedia sociale a seconda dei casi. Si comincia con l'episodio (disegnato da SALVATORE STIZZA) che da il titolo all'albo, quello più lungo e corposo, una torbida storia di una coppia di riccastri viziati e viziosi che non contenti delle solite perversioni erotiche decidono di trovare compagni di giochi sempre più "particolari"...ma questi giochi gli sfuggono poi di mano e il piacere si tramuta in tragedia. FRANCESCO PESCADOR firma le tavole del secondo breve episodio intitolato IL PALPEGGIATORE, titolo che si racconta da solo e vede appunto protagonista un molestatore palermitano fissato con i lati b delle donne...LUIGI PICCATO è l'autore dei disegni del seguente episodio LA MANO SUL FUOCO sulle vicissitudini di una giovane coppietta di sposi affiatata sessualmente, ma che a un certo punto entra in "crisi"...una commediola che pare un po' riciclata da CORNA VISSUTE (se non fosse che gli editori siano diversi), ma l'episodio forse eroticamente più efficace e piccante dei 4 proposti...peccato per i disegni, a mio modesto parere un po' "tirati via", sempliciotti rispetto ad altri lavori visti dello stesso autore. PRIGIONIERO D'AMORE è il breve episodio conclusivo dell'albo, disegnato da LUCIANO BERNASCONI, la storia morbosetta, vagamente bondage e piccante di un giovane attore di film hard che in seguito a un incidente stradale diventa prigioniero di una sua calorosa fan. La trama sembra quasi ispirata al celebre romanzo di Stephen King, MISERY... al posto dello scrittore c'è un porno divo e quindi da horror/thriller la vicenda in questo caso diventa hard...Chissà se lo sceneggiatore ha preso spunto da King o è tutta farina del suo sacco, non ricordo adesso la data di uscita del romanzo. Comunque sia il fumetto è molto carino e ben disegnato, peccato sia così breve...




















































































































Commenti

  1. Mai piaciute le serie d'attualità... La prima storia è orrenda, la seconda inesistente. La terza storia di uno sbrigativo Luigi Piccatto è simpatica, il classico cliché dell'uomo convinto che la moglie fedifraga sia in realtà fedelissima, ma almeno ci allontaniamo dai rotocalchi disgustosi dell'inizio volume. L'ultima storia non è da prendersi come tale ma come a un omaggio a John Holmes e Stephen King. Della serie "cosa sarebbe successo se al posto del personaggio del romanzo Misery ci fosse stato John Holmes"? Luciano Bernasconi ci fa l'inaspettata gentilezza di non ritrarre il personaggio femminile con le fattezze di Kathy Bates ;-)

    RispondiElimina
  2. Ecccomiiiiiiiiii!!!!
    Grandissima storia quella disegnata da Piccatto! Non sono daccordo nel dire che non è disegnata bene: a me il suo tratto piace molto!
    Un saluto dal Rob: tutto bello e abbronzato... :D

    RispondiElimina
  3. Cavoli, Rob, hai fatto preoccupare mezzo blog... ma io immaginavo che eri in vacanza alla facciazza nostra, bravo!
    Una precisazione sull'episodio di Piccatto: piace anche a me il suo disegno in questa storia, ci mancherebbe, ma so che se si impegna può fare ancora meglio, soprattutto nei fondali, a parte la testiera del letto ;-)
    Quello che invece ho apprezzato più del solito è stato proprio Bernasconi, forse perché nella sua serie più famosa il personaggio di Julius Ghepier non mi faceva impazzire, forse perché la storia non è lunghissima o forse perché John Holmes (anzi Sholmes) è proprio l'attore sputato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Azz...! Vi sono mancato così tanto... A giudicare da qualche post letto, qua e la (sopratutto sul blog di Charles) ora capisco perchè a Cuba mi fischiavano le orecchie... ha ha!
      In effetti l'episodio disegnato da Bernasconi è divertente e chissà se veramente si è ispirato a Misery di King???

      Elimina
    2. Non è un dubbio, il fatto che il soggettista si sia ispirato a Misery direi che può essere archiviato come certezza ;-)

      Elimina
  4. Grande Robertino! Ero in pensiero pure io... ha ha!
    Poi mi racconterai...
    Saluti dal Brasile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho l'impressione che dovremo aprire un nuovo sito per raccogliere le avventure di Dott.Rob a Cuba... :-DDD

      Elimina
    2. hei!heeeii!! A Cuba ci sono stato con mia morosina... Lo sò, lo sò che adesso mi direte che "andare a Cuba con la morosa è assurdo"... E come dire...., non sò, ... tipo che Daice và in Brasile con la moglie... ha ha!

      Elimina
    3. Grande Robbbb! Vedo che sei tornato più in forma di prima!!!

      Elimina
    4. Ma no, Rob, non è assurdo, il vero uomo che non deve chiedere mai, oltre a usare mennen musk, non ha bisogno di fare turismo sessuale nei paesi meno fortunati per procacciarsi la gnocca: personalmente apprezzo il fatto che tu sia andato a Cuba accompagnato, bravo!

      Elimina
    5. .Ponti ti ringrazio!... Poi ti dirò,... aver una morosa piu giovane (39 anni), bella siciliana, mora con la pelle scura (abbronzata) che si avvinghiava tutta appassionata al sottoscritto,... Ha fatto suscitare più di un sospetto nel villaggio dove mi trovavo...!
      Ma la cosa più bella è stata quando l'hanno sentita parlare, che più che sembrare caraibica, sembrava ....la cugina stretta di Montalbano...!!!
      ha ha! Immagina la faccia esterefatta dei villeggianti ... ha ha!

      Elimina

Posta un commento

Commenta

TOP 5: I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA