I MITICI FUMETTI: TERROR SPECIAL IN... CRIMINAL GRAFFITY



IN QUESTO EPISODIO : Siamo nella fulgida e rampante America di fine anni '50; dove i ragazzi e la ragazze amavano amoreggiare sulle loro decapottabili con in sottofondo le musiche di Elvis, Jhonny Cash, Paul Anka... Dove spesso si riunivano a formavano piccole bande o gruppi e spesso ne combinavano di cotte e di crude, facendo sempre incazzare di brutto il poliziotto (non proprio sveglio) della città...
Ed è in questo contesto che faremo la conoscenza di Athos Brenton, un membro del gruppo particolarmente un pò giù di corda, visto che è appena stato mollato dalla sua ragazza... E nel tentativo di sfuggire all'arresto del poliziotto scemo della città; il giovane trova rifugio nei pressi di una villetta apparentemente disabitata in riva al mare... 
Qui si imbatte, per un assurdo gioco di equivoci , nella graziosa Janet Langford, figlia ribelle dei proprietari della villetta. Ma mentre sono intenti a discutere, giunge improvvisamente una macchina... "Accidenti Athos, nascondiamoci! Quella è la macchina di mia madre e non voglio che mi veda con te...!"- Grida allarmata Janet... Poi scorgendo bene, nota con stupore: "Ma chi è quell'uomo in sua compagnia? Non sarà mica il suo amante...?"

Avvincente è originale storia della longeva collana Ediperiodici, TERROR SPECIAL; pescata dal blog dell'infaticabile CHARLES. Lo scan dovrebbe essere opera di KatotheMechanic e Termineur.
Il mio amico Rob, l'ha giustamente definita come un "omaggio" a "Velluto Blu", straordinario film di David Lynch, che uscì proprio nel 1986: anno in cui fu pubblicato questo fumetto! Ed in un certo senso, l'atmosfera anni '50 e '60; la figura del ragazzo curioso che capita nel posto sbagliato al momento sbagliato; un gangster spietato; la Dark Lady ; la giovane ragazza vittima innocente di sevizie sessuali; teppisti senza scrupoli... Sii! In effetti mi ricorda davvero questo film! Almeno nelle tensione, mischiata al sesso che si respira leggendolo dall'inizio fino all'ultima pagina. 
E vi dico subito che non vi sembrerà affatto di leggere un fumetto erotico; ne tantomeno un fumetto della collana TERROR; ma bensì, leggerete un'avvincente trhiller, con sfumature noir del giallo che credo e anzi ne sono più che sicuro, alla fine vi lascerà più che soddisfatti. 
I disegni sono dello Studio Montanari, mentre l'intrigante cover è di Mario Caria.

Buona lettura amici e amiche

Il vostro Daice
















































































































Commenti

  1. Riporto un interessante trafiletto di KatoTheMechanic sugli errori grammaticali delle prime due pagine:

    "On page 3, the words to the Gene Vincent song "Be Bop A Lula" contain an error. They should read:

    "Well Be Bop A Lula she's my baby
    Be Bop A Lula I don't mean maybe"

    I remember that song. My brothers listened to it over and over again. The phrase "I don't mean maybe" is still sometimes used today. It refers to something that you are certain about, without any doubt whatsoever.

    The very next page there also an error in English grammar: "boy and girls" should read "boys and girls." Mind you, I am an American who can barely order wine and food in Italian, French, or Spanish. My grammar is non-existent in any language other than English. It's a small mistake, not really worth mentioning.

    But to mess up the lyrics wrong of a classic rock-and-roll song? That is completely unacceptable - and I don't mean maybe.

    KatoTheMechanic
    May, 2019"

    Un grazie a Termineur e a Charles per l'editing.

    RispondiElimina
  2. Infatti caro Daice, mi ricorda davvero molto "Velluto Blu"! Non di certo per la storia, ma per certe sfumature ed atmosfere... Film che adoro, come adoro tutto quello che partorisce quel genio maledetto di David Lynch!
    Comunque la storia è davvero bella e come hai detto tu: proprio nulla ha a che fare con Terror !

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Queste sono le raws. Il fumetto editato da me e Termineur ha le pagine ritagliate e sbiancate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Charles, come sai Daice è amante del vintage antico: la pagina ingiallita fà più scena... ;)))

      Elimina
    2. In realtà ho pubblicato il fumetto che mi hai inviato te, caro Charles!!! Forse dopo ne è stata fatta una versione più sbiancata...?

      Elimina
  5. Ottimo disegno ed ottima sceneggiatura anche se lo sceneggiatere probabilmente non sa che il boomerang torna indietro solo se non colpisce il bersaglio, altrimenti cade a terra (esperienza personale)....

    RispondiElimina
  6. sergio l. duma21 maggio 2019 14:06

    Da fan di David Lynch, ho apprezzato la storia, caratterizzata da un buon ritmo e da atmosfere thriller/noir. La trama non è male, ma ho comunque trovato la storia poco in linea con Terror. Certo, non mancano momenti inquietanti, ma Terror l'ho sempre associata all'horror e qui di horror non c'è quasi nulla. In ogni caso, si tratta di una lettura piacevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginavo caro Sergio, che sentendo parlare di Lynch, saresti scattato subito!!!
      In effetti di Terror non ha nulla, però è davvero carina e originale per essere un fumetto erotico.
      Piaciuto.
      Frank

      Elimina
  7. La storia è molto ben scritta e dubito che si pensasse all'inizio di pubblicarlo per una collana assai cruda e violenta come Terror!!
    MB

    RispondiElimina
  8. Vedo che David Lynch ha consensi anche in questi lidi.
    Ma... in che anno siamo? :-D

    RispondiElimina
  9. Manca una pagina nella scena che il protagonista esce dopo il bagno e trova le due ragazze con i suoi abiti, ve ne siete accorti?

    RispondiElimina

Posta un commento

Commenta

TOP 5: I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA