I MITICI FUMETTI: OLTRETOMBA in... BOCCA MUTA


IN QUESTO EPISODIO : Siamo a Boston, negli anni venti: gli anni del proibizionismo, dove i gangsters regnavano padroni della città. Prostituzione, gioco d'azzardo, traffico illegale di alcool e tangenti, erano le maggiori entrate della malavita locale.
Ed è proprio questo che fà arrabbiare Ruth Sanders, figlia del barbiere del quartiere; che mentre assiste all'ennesima estorsione a cui il padre è costretto a cedere, pensa: "Maledetto boss Kellerman! Sò dove hai il tuo traffico di alcool illegale e adesso è giunta l'ora di denunciarti alla polizia..!". 
E così, fermato per strada il poliziotto di quartiere Peters, la giovane Ruth racconta tutto ciò che sà... Ma la poverina, non immagina che il realtà Peters è uno degli uomini a libro paga del boss Kellerman. 
E senza che se ne renda conto, ben presto si ritrova legata e imbavagliata, nella villa del boss ed ad essere seviziata e torturata dalle sue fedeli guardie del corpo. 
"Cosa ne facciamo di questa piccola sgualdrina?"- esclama una di esse - "Dobbiamo darle una lezione per farle capire che non deve spifferare in giro dei nostri traffici...!"... 
"Ho una idea!"- risponde l'altra -" Perchè non le tagliamo la lingua...!!!"

Oggi cari amici lettori, vi torno a presentare un antologico episodio della mitica serie della Ediperiodici, OLTRETOMBA: il nr.251, uscito nel lontano Agosto 1982, dal titolo BOCCA MUTA. Gentilmente offerto dal nostro super "spacciatore" di sexy vintage comics: il mitico CHARLES.

La storia per il tipo di trama, l'atmosfera lugubre e angosciante che pervade sin dalle prime tavole il fumetto; la presenza di un gatto misterioso e inquietante; la città di Boston; sono tutti elementi che ci inducono a credere che si tratti da un racconto di Edgar Allan Poe. Anche se in realtà la sceneggiatura è come al solito, di Carmelo Gozzo; che è bravo a disseminare la trama di tanti elementi e citazioni che in un qualche modo ci ricordano e rendono omaggio al grande scrittore americano...
E devo dire che insieme ai di disegni dai toni funerei e oscuri del bravo Vattimo, Gozzo è bravissimo a ricreare un senso di soffocamento nel lettore, accompagnato da una sensazione di inquietudine,... che fà percepire che un "qualcosa di maledetto" ai personaggi della storia, stia per accadere....

Vi dico subito che essendo un fumetto della serie dei primi anni 80, le scene di sesso sono limitate e abbastanza caste: però ciò non toglie che per me, rimane pur sempre uno dei più riusciti episodi della serie OLTRETOMBA.

Beh! Detto questo..., è ora di lasciarvi alla lettura cari amici e amiche.

Il Vostro Daice.

  

























































Commenti

  1. Ottima presentazione amico mio!
    Inquietudine è la parola giusta! Il fumetto in questione è davvero inquieto... Si respira subito l'aria di horror stile vecchi film di Roger Corman (che aooviamente si ispiaravano ai romanzi di Poe!!!)

    RispondiElimina
  2. Qualche giorno fa ho tessuto le lodi di "Storie Blu", oggi tocca ad "Oltretomba", altra serie assolutamente di qualità. Anzi, probabilmente la migliore dal punto di vista tecnico. Purtroppo nella sua parte finale, nella seconda metà degli anni 80, è stata costretta a correre dietro ad un erotismo sempre più spinto, anzi diciamo pure pornografico, per competere con altre testate che grazie a quello dominavano il mercato, e ciò ha un po' abbassato il livello qualitativo ma ciò non toglie che sia rimasta una pietra miliare del fumetto per adulti.

    RispondiElimina
  3. Eccomi di ritorno, dopo una bella crociera nel mar dei Caraibi e subito noto con piacere che vi sono un po' mancato, cari Rob e Tippy (a Daice a quanto pare, no!!!)

    Commentando il fumetto in questione, vi dico che l'ho davvero apprezzato tantissimo: davvero ricorda la Boston tetra dei romanzi horror di Poe. E come ci fa notare giustamente Daice, lo sceneggiatore riempie la storia di citazioni varie che sono una sorta di omaggio al grande Edgar .
    Magari qualche scena di sesso in più non avrebbe guastato, però anche così la storia è davvero molto, molto intrigante.
    Grazie per il bel lavoro che fate ragazzi.

    A proposito di gente mancante: noto con dispiacere che ultimamente Sergio Duma non commenta più! Un vero peccato!
    Le sue piccole recensioni, erano davvero belle da leggere.

    Frank

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mo va là Frank,... fai anche il permaloso...;)))
      A parte le battute;.... bentornato!!!

      Elimina
  4. Eccomi di ritorno, dopo essere stato sommerso da una marea di impegni. Devo dire che Oltretomba è una delle migliori serie antologiche horror mai realizzate. Ho apprezzato molto questo episodio, un bel mix di noir e horror, con l'ambientazione da gangster story molto intrigante. L'elemento dell'animale demoniaco è un classico di un certo tipo di narrativa orrorifica e in effetti si notano echi di Poe e in generale del gotico ottocentesco e dei primi del Novecento. Ottimi pure i disegni e le due ragazze (la povera vittima e la pupa del gangster) risultano decisamente sexy! Davvero u bell'episodio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Sergio! Ci sei mancato!!
      Bella recensione come al solito.
      I disegni li ho trovati sexy, proprio come le due protagoniste femminili.
      Il fatto che la storia sia ambientata a Boston,( città natale di Poe) mi ha convinto ancora di più che Carmelo Gozzo, volesse davvero omaggiare il grande scrittore.
      Continua a seguirci.
      Un abbraccio

      Elimina
    2. Bentornato Sergio,
      mi fa sempre piacere leggere i tuoi commenti.
      Un caro saluto
      Frank

      Elimina
  5. Mi piace vedere horror cosi fine firmata da isabell la vetgine dimodena

    RispondiElimina
  6. Risposte
    1. Ciao Isabell, piacere sono Rob!
      Sei di Modena? Io di Reggio Emilia (testa quedra!)
      Che dici? Potremmo fare un "derby" uno di questi giorni: Modena-Reggiana... he he he!

      Elimina
    2. Ciao Isabell, ben arrivata sul blog!
      Non farci caso a "certi" personaggi tipo Rob; in realtà è innocuo...
      Un abbraccio e continua a seguirci.

      Elimina

Posta un commento

Commenta

TOP 5: I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA