I MITICI FUMETTI: LA SCHIAVA in...CORSICANA ADDIO (SESTO EPISODIO)


IN QUESTO EPISODIO: La ribellione degli schiavi neri infuria nella residenza dove la bella Zeudia è tenuta pigioniera dalla famiglia Hammer. Anche se ha trovato l'amore grazie a Cliff , giovane e bel fratello del suo sadico padrone Lex, la schiava si allea ai ribelli e si vendica anche della perfida Melizza. A Cosicana si consuma quindi  una tagica e sanguinosa faida familiare....

PS: Con questo episodio della sexy avventuosa sadica serie interacial LA SCHIAVA si conclude idalmente la prima parte delle vicende della povera protagonista Zeudia ambientate a Corsicana, vicende già lette in precedenti due episodi sparsi pubblicati qui nel blog in passato e che potrete recuperare CLICCANDO QUI . 
Dopo questa conclusione violenta e sanguinosa le avventure della bella protagonista proseguiranno verso altri territori americani e non solo, con nuovi incontri e nuovi co-protagonisti. Il fumetto anche in questo caso si riconferma molto estremo, splatter e pulp sia a livello erotico che nell'intrigo della sceneggiatura. Purtroppo essendo una delle rare serie EDIPERIODICI con un plot continuativo, non antologico e ne autoconclusivo è difficile recuperare la sequenza esatta degli episodi e ricapitolare esattamente le puntate precedenti....Comunque sia parte migliore anche a livello erotico della serie è proprio la prima parte, dopo mano a mano le avventure si faranno sempre più incongruenti e anche meno piccanti, mentre aumenterà il contenuto splatter, di totura e violenza in maniera spesso gratuita e meno giustificata dalla trama come invece lo era in questo caso....ringrazio LUCA DE RETANO visto che questa scansione fa parte della sua vecchia collezione...



































































































Commenti

  1. L'episodio è interessante e disegnato molto bene. Malgrado i testi delle didascalie risultino un po' ingenui e leziosi, nel complesso la storia si legge con piacere e, al di là dell'aspetto erotico e violento, è pure una denuncia netta del razzismo. I personaggi sono ben caratterizzati dal punto di vista psicologico, benché a tratti risultino schematici, e le stragi finali, con i vari componenti della famiglia che si ammazzano tra loro, mi hanno fatto pensare, facendo ovviamente i debiti distinguo, alle tragedie di Seneca che, quanto a efferatezze, non scherzavano neanche loro. Nel complesso, do un giudizio positivo.

    RispondiElimina
  2. Non amo questo autore e questa serie...

    RispondiElimina
  3. A me è piaciuto come fumetto! Molto ben scritto e avvincente.

    PS: ma Tippy e Daice, avete mai pensato di assoldare un killer professionista ??

    RispondiElimina

Posta un commento

Commenta

TOP 5: I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA