I MITICI FUMETTI: DOTTOR BARNARD in...CITTA' SELVAGGIA



IN QUESTO EPISODIO: L'affascinante Dottor Banard conosce Stella Day, bionda e sexy attrice che attratta dal chiurgo lo invita a una festa in maschera su una nave da crociera piena di vip e uomini d'affari...Durante la festa mascherata si scatena una vera e propria orgia, ma viene anche proiettato un film porno molto estremo che insospettisce  Barnard. La pellicola infatti parebbe essere un vero e proprio "snuff movie" dove si compie un efferato omicidio...Deciso a vederci più chiaro, il dottore inizia a indagare...

PS: Come promeso il mese scorso ecco il numero 7 della serie DOTTOR BARNARD che prosegue idealmente l'episodio della stessa testata pubblicato in precedenza, offerto e scansionato anche questo dal nostro caro amico e lettore GIUSEPPE PIPPO PIZZO che ringraziamo. Stavolta l'avventura sexy noir del dottore è ambientata nel misterioso e perverso mondo degli snuff movie. Le scene erotiche sono come sempre molto accennate, ma i disegni di TACCONI e una scorrevole sceneggiatura rendono il tutto piacevolmente vintage e interessante da leggere...

































































Commenti

  1. Grazie ¹ººº Giuseppe !

    Magnifique scan d'une série très rare.

    (ce serait hyper-gentil d'ajouter la page de l'éditeur STP)

    RispondiElimina
  2. (oups, envoyé trop vite - scusi)

    Tu t'embêtes bien plus que nécessaire pour les noms des images ; il suffit qu'elles soient dans l'ordre ! ☺☺☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Merci mon cher, j'aime faire bien les choses :)

      Elimina
  3. sergio l. duma9 febbraio 2018 14:22

    Un'ottima storia, valorizzata da una sceneggiatura solida e da disegni magnifici. Il tema degli snuff movies è inquietante e i riferimenti a Hollywood non credo siano casuali. Già dai tempi degli omicidi dei seguaci di Charles Manson, gli inquirenti ipotizzarono che gli assassini fossero coinvolti pure nella realizzazione di filmati del genere, commissionati da produttori importanti e girati clandestinamente da registi famosi... tra i tanti, si citò Polansky e alcuni ipotizzarono che l'omicidio della moglie Sharon Tate fosse da considerare come una specie di avvertimento nei confronti di Roman. Lo stesso vale per l'omicidio di Elizabeth Short, la Dalia Nera, avvenuto negli anni cinquanta. Ci fu chi ipotizzò che la sua uccisione fosse stata filmata per il divertimento di ricchi pervertiti di Hollywood... ma sono solo ipotesi, appunto. Tuttavia, non è da escludere che gli autori del fumetto fossero al corrente di tali dicerie. Bella poi la frase finale sui selvaggi e gli esseri 'civili'. Secondo me, funge da buon commento all'intera vicenda.

    RispondiElimina
  4. " Polanski e alcuni ipotizzarono che l'omicidio della moglie Sharon Tate fosse da considerare come una specie di avvertimento nei confronti di Roman. "

    Bien compliqué ! Assassinat par qui ?

    Si une telle organisation existait (il n'y a jamais eu d'hécatombe chez les esclavagistes de toutes sortes - normal puisqu'ils fournissent divertissements & main-d'oeuvre à l'Oligarchie ☻), pourquoi ne pas tuer Polanski pour avertir ses collègues ?

    (en filmant sa looooongue mort ☺☺☺)

    RispondiElimina

Posta un commento

Commenta

TOP 5: I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA