I MITICI FUMETTI: LA REPORTER in...BAGNO DI SANGUE


IN QUESTO EPISODIO: Su una barca in mezzo al mare tre splendidi e giovani ragazzi israeliani stanno facendo del gran sesso bisex. Sfortunatamente la loro imbarcazione viene assaltata da un gruppo di  terroristi armati che li prendono in ostaggio. I criminali uccidono poi i due maschi e sottopongono la ragazza  a delle orribili violenze. L'abile e sexy reporter Mona Scooper che dalla sua barca ha notato che c'è qualcosa che non va, si finge una donna mussulmana e ospitata dai terroristi cercherà in tutti i modi possibili di salvare la poveretta e fare il suo ennesimo mega scoop...

PS: Episodio della REPORTER facente parte della vecchia collezione donata tempo fa al blog da LUCA DE RETANO (quella con il marchio per intenderci) che avevo programmato per la scorsa estate, ma che poi era rimasto per lungo tempo stand by visto il periodo di attentati sanguinosi in Europa e tensioni religiose nel resto del mondo. Per rispetto, non me la sentivo di pubblicare un fumetto che già allora (negli anni '80) parlava di terrorismo islamico, pieno come vedrete ,di scene molto violente e cruente. Adesso sono passati dei mesi, ovviamente il terrore purtroppo c'è sempre, le varie guerre politico-economico-religiose continuano come  continuano gli atti terroristici, però alla fine questo è solo un fumettaccio, al di là del contenuto discutibile (oggi veramente improponibile), rimane un'opera di fantasia come tante altre di tanti altri generi, ha bellissimi disegni e il messaggio finale pronunciato da Mona, la protagonista, sintetizza più o meno "grezzamente" lo spirito che dovremmo comunque assumere per andare avanti, per non lasciare che coloro che ci vorrebbero schiavi del terrore, abbiano poi la meglio sul nostro modo di vivere. 
L'ultima vignetta (nel immagine che vedrete) è in qualche modo, magari anche involontario, un piccolo manifesto pro libertà in tutte le sue forme di pensiero, di genere e libertà sessuale, alla faccia di qualsiasi credo religioso e politico fondamentalista e repressivo...
















































































































Commenti

  1. Immagine finale : l'amore vince su tutto!
    Comunque i disegni di pesce sono qualcosa di straordinariamente sexy....

    RispondiElimina
  2. Le scene di sesso a tre mi prendono un casino !!!!

    RispondiElimina
  3. Non è che la tematica precorresse i tempi, comunque: il conflitto arabo-israeliano durava già da decenni, ed ancora di più sarebbe stato destinato a durarne...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai scritto che la tematica precorresse i tempi Nite...Ho scritto che già in quegli anni si parlava purtroppo di tensioni, terrorismo e conflitti religiosi e politici che poi sono cresciute fino ad oggi. Magari allora erano limitati soprattutto a ritorsioni e attacchi sopratutto tra israeliani e mussulmani, poi il fenomeno si è allargato anche al resto del mondo come purtroppo ben sappiamo...Però mi auguro veramente che l'ultima vignetta del fumetto invece sia profetica in questo caso...Sesso e amore vinceranno sulla stupidità della guerra e del terrore :)))

      Elimina

Posta un commento

Commenta

TOP 5: I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA