I MITICI FUMETTI: CORNA VISSUTE in...IL LAVAVETRI


IN QUESTO EPISODIO: Loredana, una ricca, annoiata e bella signora della "Milano Bene" abborda per strada Mustafà, un giovane e prestante lavavetri marocchino e con la scusa di farsi lavare anche l'auto che ha in garage, si fa rimettere in sesto tutt'altra carrozzeria, sfruttando le grossi doti del ragazzone. Rivelando alle sue amiche sposate l'avventura con il lavavetri anche quest'ultime, insoddisfatte dei loro mariti, lo vogliono provare e alla fine Mustafà diventa il giocattolo erotico delle tre. Quando Loredana è costretta ad assentarsi da Milano però, le due milf ingorde, ma disattente, si fanno scoprire dai rispettivi mariti. I due cornuti umiliati quindi meditano una vile vendetta nei confronti del povero ragazzo...Riuscirà la bella Loredana, tornata a Milano a sistemare il disastro combinato dalle amiche?

PS: Episodio trovato in raccolta ristampa di Turiste Affamate, pubblicato tempo fa da Charles nel suo blog, ma che visti i contenuti parrebbe più ripreso da CORNA VISSUTE, visto che di turiste non c'è traccia, ma le protagoniste sono tutte mogliettine annoiate. La vicenda è intrigante e piccante, inizia come una tipica commedia all'italiana con un risvolto poi che sembrerebbe stravolgere in dramma, ma che fortunatamente poi riporta tutto nei classici binari della farsa ai quali la serie antologica dedicata alle corna degli italiani ci ha abituati. Disegni un po' spigolosi per i miei gusti, sopratutto nelle espressioni e volti dei protagonisti. Uno stile che non mi convince, però nel complesso il fumetto è piacevole, anche se oggi potrebbe essere accusato di  "politicamente scorretto". Interessante il fatto che per una volta sia il bel fustacchione, l'oggetto sessuale usato e sfruttato delle donne e non come accadeva spesso nei fumetti di quel tipo la classica bellona di turno...su altri aspetti, meno corretti si potrebbe aprire un lungo dibattito che se volete potete farlo nei commenti, tenendo sempre presente che all'epoca i tempi erano diversi e che tutto sommato la vicenda del fumetto se la si analizza nel suo complesso, mette in luce le ipocrisie, contraddizioni, bassezze sia degli italiani che dei marocchini...insomma alla fin fine nessuno dai quei fumettacci ne usciva pulito secondo me...









































































Commenti

  1. Boohhh!!! ... Non mi ha entusiasmato molto stò fumetto ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..,non è roba da maschi Rob :)) semplice...qui l'oggetto del desiderio è un ometto, per giunta straniero che ruba le donne ai maschi italiani...credo che in pochi lo troveranno entusiasmante. Come disegni non ha entusiasmato neppure me, ma come intreccio non è male, anche se non credo che i lavavetri degli anni 80 fossero dei gran fustacchioni come questo...quelli che si vedono in giro adesso poveretti hanno tutto tranne il fascino del gigolò per ricche signore annoiate...Oggi sarebbe più credibile l'istruttore di fitness o zumba brasiliano che per arrotondare cornifica mezza milano...

      Elimina
    2. Tippina...diciamo che non l'ho trovato eccitante come una normale storia di corna vissute... Preferisco leggere che la tipa se la fà con il vicino, o il bel fustacchione della palestra..ecc... Il lavavetri è poco credibile : al massimo poteva essere un nero africano (che per "mitologia fumettistica"...risultano sempre superdotati!!!) venditore ambulante, operaio o calciatore ...
      E poi i disegni di questo autore, come dici tu, non sono entusiasmanti ...

      Elimina
  2. Sono fumetti e situazioni anni 70/80
    Non potete commentare nel 2018, dovete tornare indietro e pensare con la testa di uno di quegli anni li.

    RispondiElimina

Posta un commento

Commenta

TOP 5: I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA