ATTENZIONE

ATTENZIONE: QUESTO E' UN BLOG PER ADULTI!
CHIUNQUE SI SENTA OFFESO DAI SUOI CONTENUTI EROTICI E PORNOGRAFICI è PREGATO DI USCIRE.
IL BLOG NON HA NESSUN SCOPO DI LUCRO NE ALCUN INTROITO PUBBLICITARIO, VUOLE SOLO PROMUOVERE, INFORMARE E RISCOPRIRE LA VASTA E RICCA PRODUZIONE DEI MITICI FUMETTI VINTAGE EROTICI DEGLI ANNI '60-'70-'80 EDITI (A SUO TEMPO) DA VARIE CASE EDITRICI COME LA EDIFUMETTO E ALTRE ANCORA E CREATI DA VARI E SPESSO FAMOSI AUTORI E DISEGNATORI DEL PASSATO.
I DIRITTI DI QUESTE OPERE SONO DEGLI ATTUALI E VARI EREDI DI ARTISTI E PRODUTTORI DI ALLORA. TUTTO QUELLO CHE VEDETE PUBBLICATO NON E' DI MIA PROPRIETA', MA E' STATO REPERITO DAL WEB O FORNITO DA ALCUNI APPASSIONATI CHE VOLEVANO CONDIVIDERE E FAR CONOSCERE QUESTI (SPESSO MAGNIFICI) LAVORI DEL PASSATO.
NON SEMPRE POSSO SAPERE L'AUTORE DELLA SCANSIONE E QUINDI MI SCUSO SE ALCUNI FUMETTI NON HANNO QUESTA CITAZIONE, QUANDO INVECE SO CHI HA SCANSIONATO E CONDIVISO IL FUMETTO E' MIA PREMURA CITARLO E RINGRAZIARLO.
PER QUALSIASI RICHIESTA, INFORMAZIONE, DONAZIONE DI FUMETTI O ALTRO POTETE CONTATTARMI A QUESTA MAIL: tippy.hostess@mail.com

venerdì 11 marzo 2016

I MITICI FUMETTI: IL PAPARAZZO in...UNO SCOOP SCOPERECCIO



Grazie al blog di Charles VINTAGECOMIX ho trovato questo numero raro di una delle serie sexy-comedy meno fortunate della mitica EDIFUMETTO SQUALO ovvero IL PAPARAZZO, serie datata 1989 che ha avuto la brevissima vita di appena 5 episodi per poi sparire per sempre dalle edicole italiane. 
I pregi di questa serie erano solo i deliziosi disegni del bravissimo STELIO FENZO e le coloratissime copertine molto anni '80 di GIANNI PINAGLIA, per il resto le sceneggiature un po' sgangherate da cinepanettone di PAOLO GHERARDINI non portarono di certo al successo questo nuovo eroe sporcaccione della scuderia SQUALO che ambiva forse a diventare il nuovo PIERINO o a emulare goffamente le gesta erotiche del CAMIONISTA senza avere ne la dissacrante e grottesca simpatia da barzelletta zozza del primo, ne l'avvenenza e carica sexy del secondo. 
Infatti Minimo Nullo (già il nome era un triste presagio) il paparazzo protagonista della serie aveva le fattezze dell'allora popolare presentatore-comico Umberto Smaila, all'epoca famosissimo per il sexy game televisivo Colpo Grosso (che ancora oggi viene replicato a tarda sera su alcune reti Mediaset). 
Scelta forse non proprio felice, che magari all'epoca ebbe anche delle denunce dal diretto interessato (non saprei)...comunque sia nonostante l'abilità dell'ottimo Fenzo a rendere piacevole e simpatico nei tratti, uno che proprio non era ne un adone ne un gran  simpaticone , il personaggio non riscosse il successo sperato e dopo la quinta puntata ripose per sempre la sua macchina fotografica e sopratutto la sua "minima" dote erotica...
C'è anche da dire però che la serie vide la luce nel periodo ormai di crisi e tramonto della storica EDIFUMETTO, ormai abbandonata da RENZO BARBIERI, passata sotto la direzione di PAOLO BECARELLI ... Qualunque nuova serie, la Squalo lanciasse sul finire degli anni '80, faceva flop (vedete anche YUPPIES pubblicato qui nel blog tempo fa...), sopratutto per la concorrenza spietata delle videocassette porno che invadevano le edicole a prezzi sempre più stracciati...Da notare, infatti, le pubblicità interne a questo numero, non più copertine con bei disegni di bravi artisti, ma le foto delle varie  strappone dell'epoca tutte nude come una qualsiasi rivista erotica, segnale già questo del più triste declino... 
Tornando al fumetto, il Paparazzo, come il titolo chiaramente annunciava, raccontava le tragicomiche avventure di un fotografo di assalto per riviste scandalistiche a caccia di scoop trai vari vip, politici e sportivi italiani che in ogni episodio finiva per combinare pasticci e mettersi nei guai più grotteschi...
In questo episodio (il secondo della serie) è a caccia della diva del porno Moana Cozzi (chiaramente ispirata alla mitica Moana Pozzi, grande star delle luci rosse negli anni '80). Tra orge bisex e scoregge il fumetto è quanto di più pecoreccio si possa leggere, sopratutto a livello di sceneggiatura, capace anche di superare il trash di PIERINO. Resta però un curioso e divertente reperto storico, raro da trovare, curioso da scoprire come testimonianza della fine di una casa editrice che nel bene o nel male aveva offerto comunque molto e spesso anche bellissime serie nel loro genere...
Se volete scaricarvi integralmente il fumetto potete cliccare QUI sul blog di Charles che ne ha anche curato la scansione. 
Al termine dell'episodio di serie, troverete come extra, un fumetto-flash auto conclusivo firmato dal bravo Nicolino Del Principe (colui che disegnò i miei amatissimi Tromba, Camionista e Gol...il tratto è inconfondibile) dal titolo GRATTA E ANNUSA, storiellina comica, ma senza grandi momenti erotici....

BUONA TRASH LETTURA....











































































7 commenti:

  1. tutte e due simpaticissime ed allegre storie molto belle molto ben fatte...si legge in maniera leggera e divertente con così tanta allegria anche le scene di sesso son gustosissime!!! grazie a tutto lo staff e agli autori naturalmente!!! baci baci baci vi adoro non ne perdo uno!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao a tutti.. concordo con quanto dice Tippy.. iniziava il desclino del fumetto erotico italiano..Sempre a riguardo mi ricordo che nello stesso periodo, sempre in riferimento ad un argomento che mi stà particolarmente a cuore, ovvero le parodie sulle celebrità; uscì un fumetto che era una parodia su Lorella Cuccarini.. era davvero carino e "curioso" come direbbe Tippy...Un abbraccio. Rob

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mitico Rob. Il fumetto che citi me lo ricordo benissimo pure io. Era disegnato dal grande Nicolino del Principe e la protagonista , sosia di Lorella Cuccarini, si chiamava ..Dorella Zuccherini.. C'era pure un sosia del Berlusca (che già nel fumetto del tempo si trombava le veline..), di Lino Banfi ecc.. Carino davvero.Peccato non riuscire a trovarlo in rete.

      Elimina
  3. Secondo me il peggior difetto di questa breve serie fu proprio quello di uscire fuori tempo massimo. La trama, tutto sommato, mi ha strappato qualche sorriso, e non è certo così inferiore ad altre serie comiche che ebbero la fortuna di uscire in tempi meno problematici. Purtroppo già nell'87 il declino del successo di questo genere di fumetti aveva già superato le più pessimistiche previsioni, figuriamoci nell'89... Peccato.
    Il mio unico dubbio è sulla paternità della cover: provo a chiedere nel gruppo se qualcuno può confermare o meno la mano di Pinaglia.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono stra-daccordo !!!

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina

Commenta la puntata

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...