ATTENZIONE

ATTENZIONE: QUESTO E' UN BLOG PER ADULTI!
CHIUNQUE SI SENTA OFFESO DAI SUOI CONTENUTI EROTICI E PORNOGRAFICI è PREGATO DI USCIRE.
IL BLOG NON HA NESSUN SCOPO DI LUCRO NE ALCUN INTROITO PUBBLICITARIO, VUOLE SOLO PROMUOVERE, INFORMARE E RISCOPRIRE LA VASTA E RICCA PRODUZIONE DEI MITICI FUMETTI VINTAGE EROTICI DEGLI ANNI '60-'70-'80 EDITI (A SUO TEMPO) DA VARIE CASE EDITRICI COME LA EDIFUMETTO E ALTRE ANCORA E CREATI DA VARI E SPESSO FAMOSI AUTORI E DISEGNATORI DEL PASSATO.
I DIRITTI DI QUESTE OPERE SONO DEGLI ATTUALI E VARI EREDI DI ARTISTI E PRODUTTORI DI ALLORA. TUTTO QUELLO CHE VEDETE PUBBLICATO NON E' DI MIA PROPRIETA', MA E' STATO REPERITO DAL WEB O FORNITO DA ALCUNI APPASSIONATI CHE VOLEVANO CONDIVIDERE E FAR CONOSCERE QUESTI (SPESSO MAGNIFICI) LAVORI DEL PASSATO.
NON SEMPRE POSSO SAPERE L'AUTORE DELLA SCANSIONE E QUINDI MI SCUSO SE ALCUNI FUMETTI NON HANNO QUESTA CITAZIONE, QUANDO INVECE SO CHI HA SCANSIONATO E CONDIVISO IL FUMETTO E' MIA PREMURA CITARLO E RINGRAZIARLO.
PER QUALSIASI RICHIESTA, INFORMAZIONE, DONAZIONE DI FUMETTI O ALTRO POTETE CONTATTARMI A QUESTA MAIL: tippy.hostess@mail.com

venerdì 7 agosto 2015

I MITICI FUMETTI: LE SEXY OPERETTE in...LA VEDOVA ALLEGRA


Stavolta vi propongo il primo numero di questa bizzarra serie a fumetti sotto forma di operetta e musical, la prima nel suo genere, dove i personaggi oltre che fare sesso e parlare nei loro balloon  si fanno anche una bella e allegra cantatina...
LE SEXY OPERETTE è una serie della GALAX EDITRICE (prima Emmevi- Galassia)  di discreto successo pubblicata per 50 numeri divisi in due serie dal 1974 al 1979. 
Per differenziarsi dai successi delle varie sexy fiabe o sexy telefilm di altre case editrici, la Galax diretta da Erasmo Buzzacchi si inventa invece questa buffa parodia sexy dei classici del teatro musicale dove in ogni episodio si offriva una versione scollacciata e ironica delle famose operette come La Vedova Allegra, Il Paese Dei Campanelli, Lo Zingaro Barone e altre ancora. 
Esaurito il repertorio operettistico, la serie puntò anche su quello lirico con La Fanciulla Del West, Carmen, La Traviata ecc per poi passare al musical americano e alla fine inventarsi le loro personali versioni in "musical fumettistico" delle vite di famosi personaggi della storia o della cultura popolare... Quasi tutte le storie proposte erano "in costume" (costume che ovviamente veniva presto tolto nell'avvicendarsi delle vignette) anche se verso gli ultimi numeri vennero proposti anche episodi musicali ambientati negli allora contemporanei anni '70. 
Ancora priva di scene/disegni troppo esplicite sessualmente (visto il periodo di pubblicazione) il sesso era comunque il motore di tutte le operette narrate, con buffi doppi sensi, giochini di parole, dialoghi piccanti e situazioni sempre più scabrose. 
I testi (molti dei quali in rima baciata e un po' aulici) erano di Andreina Repetto (una donna nel fumetto erotico era una rarità all'epoca, anche se ce ne erano diverse in incognito con nomi d'arte al maschile ...) i disegni erano invece Marcello Toninelli e Domenico Marino. Le copertine (molto più curate e belle delle tavole interne) di Pino Dangelico. Durante la seconda serie, i testi passano a Marcello Toninelli (che si occupa anche dei disegni). Rispetto alla cura grafica e artistica di altre edizioni più famose come la Edifumetto/Squalo, i prodotti della Galax erano, come noterete, molto più semplici e spesso mediocri, nonostante alcune serie come questa dimostrassero una loro originalità e attrattiva. Negli anni '80 per reggere la concorrenza di altre pubblicazioni erotiche, i fumetti Galax divennero molto più hard, pornografici e crudi come contenuti rispetto ad altri, ma anche sempre meno curati, poco attraenti e sempre più banali come disegni e storie proposte, purtroppo. 
In questo primo numero che da il "la" a tutta la serie viene proposta la regina delle operette, quella più classica e amata dal pubblico, ovvero la Vedova Allegra, subito rinominata nel titolo interno "Figallegra", anche se il vero protagonista della vicenda sembra essere l'eroe maschile della famosa operetta, ovvero il bello e aitante soldato Danilo Von Kazzen detto "Pisello di Granito"..Una farsa molto scontata, ma buffa e curiosa con momenti piccanti al punto giusto e disegni non paragonabili ad altri ben più curati visti nel blog, ma comunque piacevoli. Al termine del fumetto alcune copertine di altri episodi della serie particolarmente riusciti... 

....E intanto io cantando e ballando:  "un buon divertimento auguro a voi....oh miei lettori con tanto sexy sentimento..."





































































































































11 commenti:

  1. Solo due piccole precisazioni : l'autrice dei testi si chiama Repetto, e l'autore dei disegni Toninelli :)

    RispondiElimina
  2. Grazie Pippo...vado subito a correggere allora, se hai altre notizie su questi autori, faccele sapere ;)

    RispondiElimina
  3. Sulla Repetto molto poco,purtroppo. Toninelli invece è piuttosto famoso per il suo ciclo di storie di Zagor (ai testi), per essere stato il direttore di "Fumo di china" , ha lavorato per l'Editoriale Corno e per la Star Comic (Shanna Shock), per il Giornalino ( testi e disegni per "Agenzia Scacciamostri"tra le altre cose) . Di lui si può anche ricordare una versione a strisce umoristiche della Divina Commedia di Dante (apparsa in edizione "normale" su Fumo di China e in versione "adattata" sul Giornalino)

    RispondiElimina
  4. Grazie Pippo, molto interessante, non si finisce mai di scoprire e imparare. Il mondo del sexy fumetto poi è ancora più oscuro e ingarbugliato che mai, ma proprio per questo molto affascinante. La Repetto credo avesse collaborato anche per alcune storie su Topolino, se non ho letto male, della serie dal "sacro al profano" :) Se conosci altre donne legate come autrici o disegnatrici al fumetto erotico di quel periodo 70- 80 mi piacerebbe averne notizie e sapere a quali titoli hanno collaborato...Grazie ancora ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, la più "famosa" è senza dubbio Ilaria Volpe ( alias Mirka Martini) che ha creato ,assieme a Roberto "Magnus" Raviola(insuperabile Maestro e amico di Giovanni Romanini,disegnatore di "Ulula"), la saga di "Necron" per la casa editrice di Barbieri dal 1981. Gran bel fumetto, particolare ,ottimamente disegnato dal Magnus (post "Alan Ford" ,post "Compagnia della Forca", post "Milady" e "i Briganti" e post "lo Sconosciuto")e super ristampato in edizioni deluxe negli anni seguenti.
      Consiglio : il "vero" Necron parte davvero con il numero 4 ( Nobiltà depravata"),i primi 3 numeri potrebbero lasciarti perplessa e dubbiosa,se riesci leggi e fammi sapere ;)

      Elimina
  5. P.S. errata corrige : "Nobiltà depravata" è il numero 5, il numero 4 è ancora di "rodaggio". E visto che non l'ho scritto prima,lo faccio adesso: "Necron" è un mix esplosivo di sesso,splatter e comicità demenziale, e proprio per questo potrebbe non piacere a tutti

    RispondiElimina
  6. Grazie delle preziose informazioni Pippo!! Non credo che Necron sia il mio genere preferito dal poco che sono riuscita a vedere, I disegni e il mondo di Frollo però sono sempre affascinanti, tra breve pubblicherò YRA infatti e se troverò anche Necron, magari il numero che consigli tu lo pubblicherò volentieri...e se vorrai scrivere tu la presentazione sarebbe fantastico, fammi sapere! Grazie :)

    RispondiElimina
  7. Se ti piace Frollo una bella serie era "Naga" (priva di sesso esplicito, visto che era degli anni '70) e,molto più folle, "Casino" .
    Necron,per usare le parole del Maestro , "piaceva più per le situazioni umoristiche che per il sesso esplicito",però un occhio daglielo lo stesso.
    P.S. hai mai letto "la reporter" o "Kondor" o "S.O.S. Dr. Barnard " ( di Tacconi) ?

    RispondiElimina
  8. Allora delle opere di Frollo mi sto appassionando molto, ne ho trovate diverse (Naga e Casino compresi) e le pubblicherò presto perché i disegni e il tipo di storie sono comunque molto belle. Necron ho trovato il numero che mi dicevi, continua a non esaltarmi , ma rinnovo il mio invito se vuoi a scrivere un post introduttivo al fumetto per il blog (ho trovato anche altri episodi brevi e autoconclusivi di Magnus) visto che sei un fan così esperto, potrei pubblicare il fumetto preceduto dalla tua critica-introduzione se ti va. La Reporter mi piace molto, purtroppo on line si trova poco, ma un numero ce l'ho e presto lo vedrai sul blog. Kondor odio i protagonisti maschili brutti e anziani ahahaah mi spiace ma sono la morte dell'eros per me e tutto un fumetto con un protagonista del genere mi urta, le storie sono carine di genere thriller-poliziesco ma dello stesso livello di altre serie simili che però almeno hanno protagonisti decenti. Dr. Barnard non sono mai riuscita a trovare nulla, tranne le copertine...Grazie ;)

    RispondiElimina
  9. Peccato che non abbia (più) uno scanner,altrimenti il primo numero de "La reporter" e quelli del "Dr Barnard" te li scansivo io.
    Certo,se ti piacciono i protagonisti aitanti e giovani Necron non ti piacerà mai ;) (però ti piace "Lando" che non è esattamente un adone...come si spiega? :-P ) A questo punto aspetto anche "Raimbo".
    Disponibilissimo a introdurre Magnus e le sue particolari storie autoconclusive(che immagino essere "10 cavalieri e un mago", "mezzanotte di morte", "quella sera al collegio femminile" e "il teschio vivente") nel tuo blog,ma non so se il pubblico possa gradirlo ,anche se "Ulula" di Romanini pare essere molto apprezzato (e lo stile grafico di Magnus è ampiamente presente negli albi)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pippo in realtà anche se non hai scanner un metodo ci sarebbe...è un po' lungo ma se hai una fotocamera digitale tipo quelle dei cellulari puoi fotografare le varie pagine e poi mettere tutte le foto in jpg su una cartelletta e mandarle...anche altri lettori hanno fatto così, poi io posso sistemarle come formato, ritagliare ecc... Per quanto riguarda Lando, è vero non è il classico bello, però a suo modo è figo e sexy, ricorda un po' Celentano da giovane (era ispirato a lui il disegno infatti) e da giovane Celentano non era affatto brutto. A me non piacciono i mostri e i vecchiacci e purtroppo gli horror o i fantasy spingono molto su quelli...mentre altri generi no. Lando era un giovane non bellissimo con il suo fascino da porcello playboy, ma non era neppure vecchio grasso pelato e viscido come Kondor :) Comunque ho trovato sia il primo numero di Necron che il quinto se vuoi potresti scrivere l'introduzione e poi mandarmela e appena posso pubblico tutto volentieri :) Siamo amici su facebook? altrimenti puoi richiedermi l'amicizia li (Tippy Hostess) così possiamo chattare meglio e scambiarci eventuali file ecc... PS: Raimbo c'è nel blog...purtroppo era in una versione straniera e quindi ho dovuto fare una sorta di riadattamento vignette più racconto, non avevo ancora il programma operativo giusto per lavorare sui fumetti...ma se cerchi c'è e in futuro spero di trovare altri RAIMBO ma in italiano ;) (ecco lui è un gran figo! ahahahh)

      Elimina

Commenta la puntata

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...