ATTENZIONE

ATTENZIONE: QUESTO E' UN BLOG PER ADULTI!
CHIUNQUE SI SENTA OFFESO DAI SUOI CONTENUTI EROTICI E PORNOGRAFICI è PREGATO DI USCIRE.
IL BLOG NON HA NESSUN SCOPO DI LUCRO NE ALCUN INTROITO PUBBLICITARIO, VUOLE SOLO PROMUOVERE, INFORMARE E RISCOPRIRE LA VASTA E RICCA PRODUZIONE DEI MITICI FUMETTI VINTAGE EROTICI DEGLI ANNI '60-'70-'80 EDITI (A SUO TEMPO) DA VARIE CASE EDITRICI COME LA EDIFUMETTO E ALTRE ANCORA E CREATI DA VARI E SPESSO FAMOSI AUTORI E DISEGNATORI DEL PASSATO.
I DIRITTI DI QUESTE OPERE SONO DEGLI ATTUALI E VARI EREDI DI ARTISTI E PRODUTTORI DI ALLORA. TUTTO QUELLO CHE VEDETE PUBBLICATO NON E' DI MIA PROPRIETA', MA E' STATO REPERITO DAL WEB O FORNITO DA ALCUNI APPASSIONATI CHE VOLEVANO CONDIVIDERE E FAR CONOSCERE QUESTI (SPESSO MAGNIFICI) LAVORI DEL PASSATO.
NON SEMPRE POSSO SAPERE L'AUTORE DELLA SCANSIONE E QUINDI MI SCUSO SE ALCUNI FUMETTI NON HANNO QUESTA CITAZIONE, QUANDO INVECE SO CHI HA SCANSIONATO E CONDIVISO IL FUMETTO E' MIA PREMURA CITARLO E RINGRAZIARLO.
PER QUALSIASI RICHIESTA, INFORMAZIONE, DONAZIONE DI FUMETTI O ALTRO POTETE CONTATTARMI A QUESTA MAIL: tippy.hostess@mail.com

sabato 14 maggio 2016

I MITICI FUMETTI: ISABELLA in....LO STRANO CONVENTO




Giorni fa ho proposto a una delle nostre più affezionate amiche e lettrici, LESBIA, la proposta "indecente" di scrivere per l'altro mio blog TIPPYLAND un racconto...racconto molto bello, articolato e autobiografico che subito Lesbia mi ha inviato e che presto leggerete (ci stiamo lavorando a "livello grafico" per renderlo ancora più appetibile e suggestivo)...
Leggendo quel racconto, mi sono resa conto di quanto la sua autrice ama i fumetti sexy vintage e quanto questi siano stati così influenti per la sua "maturazione sessuale", sopratutto una serie e un episodio in particolare...Ho quindi fatto a Lesbia un'altra "proposta indecente" chiedendole di presentarci questo episodio a lei tanto "caro" e lei da fantastica donna che è lo ha subito fatto...ECCO QUI la sua bellissima, sentita e interessantissima presentazione di LO STRANO CONVENTO episodio della mitica serie ISABELLA, di cui tempo fa presentai il primo numero  sul blog e che CLICCANDO QUI potrete rileggere e rivedere anche il film a lei dedicato...
Grazie Lesbia, non solo sei una splendida amica (e ora  collaboratrice del blog), ma anche un'ottima scrittrice!!  
Sono felice di questa come di altre collaborazioni...Il blog non è soltanto mio, ma oramai è fatto da tanti di voi che mi aiutano, mandandomi scansioni, loro recensioni e articoli, suggerimenti e nuovi stimoli...GRAZIE...non me lo sarei mai immaginata aprendo questo blog che sarebbe successo questo, ma ci speravo!  

E ORA BUONA LETTURA DI ISABELLA MA SOPRATUTTO DI LESBIA!!!


LESBIA PRESENTA....ISABELLA in  LO STRANO CONVENTO

Difficile dire perché ho amato così tanto Isabella. Per una ragazzina di fine anni 70, c’era ben altro materiale in giro su cui liberare, sfogare le proprie fantasie erotiche. Isabella a quel tempo era già vintage, oggetto di collezionismo, culto, critica letteraria del genere porno. Aveva cessato le pubblicazioni da tre anni, assieme a buona parte della nouvelle vague del fumetto erotico di “prima ondata”.
Eppure, la duchessa de Frissac manteneva una grazia, un fascino, un appeal (soprattutto sexy, ma non solo) che eroine ed eroi della successiva generazione hanno soltanto potuto sognare di raggiungere. “Pallidi tentativi di imitazione”, come recitava orgoglioso all’ epoca un noto settimanale enigmistico riferendosi alla concorrenza. Pallidi, per quanto assai più spinti, o addirittura hard.

Il fatto è che Isabella aveva e conserva tutt’ora lo stesso glamour ingenuo ma elegante dei film d’avventura della sua epoca, a cui peraltro si ispirava apertamente. Isabella duchessa dei Diavoli é la versione cartoon erotica di Angelica marchesa degli Angeli, il personaggio femminile dei romanzi di cappa e spada di Anne e Serge Golon, portati sullo schermo dalla splendida (e se ve lo dico io, credeteci) Michèle Mercier sotto la regia di Bernard Borderie.
Sandro Angiolini, con i suoi disegni sui testi di Giorgio Cavedon, compì il miracolo più unico che raro nelle arti figurative di stare all’altezza del modello. Anzi della modella. E che modella. Non scopro nulla di nuovo per chi mi conosce se ribadisco qui quali sono i miei archetipi erotici. Se dichiaro altresì che la splendida Isabella mi affascinava e mi eccitava non meno della superba Michèle.
Camicia aperta sulla scollatura, spada in pugno, pantaloni da cavallerizza e stivali da guerriera (quante volte ho sognato di essere nei panni di Robert Hossein quando glieli toglie…..), l’eroina di celluloide passò sulla carta stampata delle strisce di Angiolini con tutta la sua grazia raffinata e selvaggia insieme. Del resto, lo stesso personaggio della giovinetta nobile allevata dagli zingari era di per sé sufficiente ad infiammare l’immaginario erotico di uomini e donne di quell’Italia in cui faceva capolino per la prima volta un barlume di liberazione sessuale.

L’episodio che vi proponiamo oggi, “Uno strano convento”, è quello che ho amato di più da ragazzina. Isabella e la sua ancella Sciusciù finiscono a trovare rifugio in un convento di suore, che si rivelano ben più pervertite di quanto la morale dell’epoca poteva imputare alle nostre eroine. “Bel temperamento di perverse”, mormora la Madre Superiora con malcelata invidia mentre spia l’intimità di Isabella e della sua ancella.
Le scene che adoro personalmente sono quelle in cui la duchessa si rende conto della propria attrazione (oscillante tra l’affetto di una sorella maggiore e le voglie sado-maso di un amante saffica) per Sciusciù. Alla quale prima di arrivare al convento ha inferto (con voluttà) una bella sculacciata. Nella cella del monastero, una Isabella illanguidita dal desiderio chiede all’ancella di restituirle il “servizio”, disponendosi a riceverlo tremante di piacere pregustato.
Il resto a voi leggerlo. Mi limito ad aggiungere che su quelle poche pagine ho tremato di piacere diverse volte anch’io. Un grazie di cuore alla mia cara amica Tippy, che mi ha concesso di scrivere queste righe di presentazione sul suo bellissimo blog. Adoro questa donna :-))))))))))))
Quanto l’adoro lo leggerete presto sull’altro suo blog, Tippyland. Almeno spero ;-)))))))
Buona lettura a tutti, vostra
Lesbia



























































































































9 commenti:

  1. Mamma mia Lesbia che bella presentazione ! Complimenti per come hai comparato (anche nelle sensazioni personali) Isabella alla tanto celebre Angelica interpretata dalla splendida Michèlle Mercier... La tua recensione è l'emblema di come un lettore riesca ad arrivare ad amare un personaggio del fumetto a tal punto da immedesimarsi in lui (lei) ..
    Poi su l'ultima frase dedicata a Tippy: ..hai perfettamente ragione !!!
    Grazie e un grande bacione . Daice

    RispondiElimina
  2. il fumetto è ad altissimo contenuto erotico senza far vedere nulla ma le scene delle sculacciate quelle son magnifiche memorabili !!! grazie baci baci baci

    RispondiElimina
  3. J'adore....grazie Tippyna, tesoro.....

    RispondiElimina
  4. P.S Grazie anche a Daice, le tue parole mi inorgogliscono e mi fanno un piacere enorme. Qualcosa da voi ho imparato..... :-)))))
    Grazie anche a Trav la maialina, che dimostra ogni giorno di più la simpatia e l'intelligenza che possiede, baci baci baci a te!
    Una dedica al mio amico Antonius: se mai dovessi diventare eterosessuale, sei il primo uomo da cui correrei...ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. woooooooooow ti ringrazio tantissimo Lesbia carissima per la dedica (mi ha fatto molto piacere il tuo pensiero per me)e per l'intenzione scopatoria (se e quando accadrà eheh)...sei e ti confermi sempre più un'amica formidabile piena di vitalità e di simpatia, ti voglio un gran bene:-)))))))) complimenti per la recensione molto accurata e completa, un esordio qui (non so se scrivi altrove)ottimo...aspetto di leggere il tuo racconto...la curiosità aumenta sempre di più:-))))...due parole su Isabella (che sei riuscita ad offuscare cara Lesbia), è vero pur con un disegno assai castigato e con la sola camicia aperta (già il vedo non vedo trionfa sempre) Isabella è stata e resta una icona erotica indimenticabile, a prescindere anche da racconti poco plausibili....un caloroso e forte abbraccio e un lieto fine settimana :-))))
      antonius
      PS complimentissimi Tippy oltre come autrice, organizzatrice, critica di recensioni, scopritrice di fumetti e chi più ne ha più ne metta, hai costituito una gran bella squadra....chapeau!...baci

      Elimina
    2. Lesbia: superlativa presentazione ! Ora mi precipito in Tippyland per leggere il tuo racconto ... Bacioni.

      Elimina
  5. sergio l. duma15 maggio 2016 22:55

    Un'ottima presentazione e una splendida storia, niente affatto banale e meravigliosamente erotica senza arrivare a eccessi, a riprova che questi fumetti all'epoca bistrattati erano in realtà spesso di qualità. Lo dimostra il background storico che fa da sfondo alla narrazione. Certamente nel personaggio principale c'è l'influenza di Angelica e nella trama, oltre ad aver notato suggestioni alla De Sade, mi è parso di percepire un'atmosfera narrativa analoga a quella di certi film di Jesse Franco. Comunque, una bella storia davvero!

    RispondiElimina
  6. grazie ragazzi....mi fate battere forte il cuore.... :-)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Lesbia di averci reso partecipe dei tuoi ricordi, descritti molto bene in questa recensione.Frank

      Elimina

Commenta la puntata

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...