ATTENZIONE

ATTENZIONE: QUESTO E' UN BLOG PER ADULTI!
CHIUNQUE SI SENTA OFFESO DAI SUOI CONTENUTI EROTICI E PORNOGRAFICI è PREGATO DI USCIRE.
IL BLOG NON HA NESSUN SCOPO DI LUCRO NE ALCUN INTROITO PUBBLICITARIO, VUOLE SOLO PROMUOVERE, INFORMARE E RISCOPRIRE LA VASTA E RICCA PRODUZIONE DEI MITICI FUMETTI VINTAGE EROTICI DEGLI ANNI '60-'70-'80 EDITI (A SUO TEMPO) DA VARIE CASE EDITRICI COME LA EDIFUMETTO E ALTRE ANCORA E CREATI DA VARI E SPESSO FAMOSI AUTORI E DISEGNATORI DEL PASSATO.
I DIRITTI DI QUESTE OPERE SONO DEGLI ATTUALI E VARI EREDI DI ARTISTI E PRODUTTORI DI ALLORA. TUTTO QUELLO CHE VEDETE PUBBLICATO NON E' DI MIA PROPRIETA', MA E' STATO REPERITO DAL WEB O FORNITO DA ALCUNI APPASSIONATI CHE VOLEVANO CONDIVIDERE E FAR CONOSCERE QUESTI (SPESSO MAGNIFICI) LAVORI DEL PASSATO.
NON SEMPRE POSSO SAPERE L'AUTORE DELLA SCANSIONE E QUINDI MI SCUSO SE ALCUNI FUMETTI NON HANNO QUESTA CITAZIONE, QUANDO INVECE SO CHI HA SCANSIONATO E CONDIVISO IL FUMETTO E' MIA PREMURA CITARLO E RINGRAZIARLO.
PER QUALSIASI RICHIESTA, INFORMAZIONE, DONAZIONE DI FUMETTI O ALTRO POTETE CONTATTARMI A QUESTA MAIL: tippy.hostess@mail.com

sabato 19 marzo 2016

I MITICI FUMETTI: DOTT. GRAFF SESSUOLOGO in....LA SIGNORA INCONTENTABILE


Il fumetto che leggerete (gentilmente donatoci e scansionatoci dal mitico MIKE CEK che ringrazio affettuosamente) fa parte della Terza serie della più famosa testata DOTTORESSA (che già avete conosciuto e della quale avete letto alcuni episodi 
Esaurite infatti le avventura della bellissima e biondissima dottoressa Sprint, dal numero 4 della terza stagione, la testata si tramuta nel DOTT GRAFF SESSUOLOGO e il protagonista delle vicende diventa un collega della dottoressa americana, un geniale sessuologo che nel suo studio privato si prodiga a curare le malattie, fobie, difetti, inibizioni e depravazioni di molti pazienti sia uomini che donne. Sguardo mefistofelico, un po' cinico e molto esibizionista, il dottore oltre a scoparsi impunemente la sua infermiera e segretaria personale, non esita a farsi di tanto in tanto anche le sue belle pazienti più "problematiche" e vogliose....
La particolarità e originalità della serie, molto più commedia e leggera rispetto alle avventure della Dottoressa, sta nel presentare per ogni episodio alcuni bizzarri casi clinici-psicologici che affrontano varie problematiche sessuali, in maniera ironica, ma con un suo "perché"....quindi tante mini-storie all'interno di una vicenda principale con tanto di consigli medici e risoluzione finale. 
Il sesso e le scene hard abbondano ovviamente (ancora di più che nelle stagioni precedenti), data la tematica e l'anno di pubblicazione, offrendo le più diverse combinazioni e accontentando i gusti dei lettori più disparati, in quanto si affrontava e vedeva di tutto: dal fetish al sadomaso, sottomissione, dominazione, travestimenti ecc....
Una serie molto divertente, ben disegnata e ben scritta almeno a giudicare da questo episodio. 
Altrettanto ben scritto e disegnato l'episodio extra che accompagna la serie principale, intitolato CAMBIERESTI SPONDA PER UN MILIONE DI DOLLARI?....e qui apro una parentesi grandissima: prima di tutto dedico questo secondo episodio ai molti lettori e lettrici omosessuali di questo blog (a cominciare dai miei fedelissimi e meravigliosi Gary, Lesbia e Mailaina Mascherata)...Credo che vi piacerà un sacco perché è un episodio che sfiora la genialità, con simpatici colpi di scena oltre che con piccanti scene gay e lesbo...Sarebbe stato meglio intitolarlo "La vendetta dello Zio d'America" (e capirete leggendolo il perché) visto che in maniera leggera e ironica si compie una sexy vendetta ai danni di due omofobi, fratello e sorella, che per riscuotere una ingente eredità sono costretti a diventare uno gay e l'altra lesbica, con conseguenze che vi lascio scoprire per non rovinarvi il piacere della lettura. Il secondo episodio a mio parere è ancora più bello del primo, fa parte di una mini-serie antologica intitolata STORIE DI SESSO realizzata da DANILO GROSSI e LUCIANO BERNASCONI. Mentre la serie principale del Dott Graff era una creatura di MAURO LAURENTI. Gli episodi che leggerete fanno parte del numero 9 della terza serie datata 1987 e composta da 10 episodi (di cui solo 7 del Dott. Graff). Peccato che il Dottore, al contrario della sua collega ebbe vita breve, perché la serie invece era originale e diversa dalle solite a suo modo. 
Sempre nella terza stagione di questa serie come episodio Extra dal numero 3 al 7 fece la sua apparizione la mini serie IL MARCHESE disegnata dal mitico GIOVANNI ROMANINI, anch'essa un piccolo cult per collezionisti e appassionati. 
Naturalmente la serie era pubblicata dalla mitica EDIFUMETTO/SQUALO durante il periodo direttivo di BARBIERI&BECARELLI...

Ringrazio ancora MIKE per avermi fatto scoprire questa serie che proprio non conoscevo e che spero in futuro torni ad essere ospitata tra le pagine del blog....GRAZIE!!






















































































































































































































22 commenti:

  1. che magnifici disegni molto molto originali come tratto come forza come espressioni...i disegni son molto espliciti e molto ben fatti anche nei dettagli...bellissime fighe e bellissimi i falli maschili...io adoro vedere bei falli e maschi che sia amano grazie tutte e due le storie bellissime e bei dialoghi...siete favolosi baci baci baci...come godo e mi diverto!!!!

    RispondiElimina
  2. sergio l. duma19 marzo 2016 12:13

    Davvero una serie curiosa e originale! Entrambe le storie mi sono piaciute molto e la prima, in particolare, è intrigante proprio per la struttura narrativa fatta di vari episodi inseriti in un unico contesto. E anche i disegni non sono male!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il disegnatore del primo episodio, Laurenti, poi è passato nello staff di Zagor alla Bonelli.

      Elimina
  3. Dott.Graff.. erano secoli che cercavo un'avventura del dottore.Poi in ogni puntata c'era una celebrità che raccontava le proprie disavventure: in questo episodio il famoso Ingegnere non è altro che De Benedetti... eh!eh! Mitico Laurenti !!!

    RispondiElimina
  4. eh sì pure io ho visto le fattezze di De Benedetti (e anche qui gli autori hanno rischiato)....due bellissime storie ben raccontate e ottimamente disegnate e, ça va sans dire,non poco eccitanti...bello il personaggio del dott. Graff, temevo prima di leggere, di essere in presenza in personaggio scontato ( nei film delle italiche commedie sexi il medico era da barzelletta) mentre invece....nel secondo episodio (sarebbe potuto uscire dalla penna di Giovanni Boccaccio) vi è una morale, intesa come idea di fondo dell'autore, la donna per interesse si sforza e accetta il rapporto omosessuale, l'uomo al contrario per lo stesso interesse non riesce da solo ma ha bisogno di una causa a lui esterna (l'ipnosi)per realizzare il rapporto omosessuale...cosa ne dite amiche e amici
    antonius

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, l'idea di fondo, che credo sia un tipico pregiudizio maschile, secondo me è che per una donna etero fare l'amore con un altra donna sia facile, non sia così ripugnante come per un uomo etero.
      Questa idea nasce dal fatto che le donne vanno insieme in bagno, tra loro si mostrano nude molto facilmente, si baciano si abbracciano e si accarezzano con molta più facilità di noi. Per cui, basta scoprire che sanno leccare meglio degli uomini...ed è fatta.
      Per un etero invece anche solo un bacio profondo con un altro uomo...è ributtante. Credo sia una questione culturale, l'omosessualità maschile è sempre stata molto più bersagliata di quella femminile, il pericolo per un ragazzo è essere scambiato per gay, per una ragazza non è essere creduta lesbica, ma zoccola.
      Insommma, la barriera da superare per un uomo sarebbe più alta che per una donna.
      Resta il fatto invece che l'omosessualità maschile sia più frequente di quella femminile, per cui tutto queste congetture...
      Gary

      Elimina
    2. Caro Gary...è proprio vero, il mondo è pieno di pregiudizi. L'omosessualità femminile è altrettanto frequente di quella maschile, credimi. Ed altrettanto difficile. Tutto sta ad avere il coraggio di "dichiararsi", e questa in un paese come l'Italia è un'altra faccenda.....Era difficile quando ero ragazza, lo è adesso dopo tanti anni. Da quando mi sono scoperta lesbica masturbandomi sui giornaletti di mio fratello alla prima volta che ho avuto il coraggio di cedere alle avances di un'altra donna e giacere con lei, è passato un bel po' di tempo. Troppo, col senno di poi. Ma non era facile trent'anni fa abbracciarsi, baciarsi, leccarsi tra donne. Adesso lo è appena un po' di più, ma non tantissimo....
      L'immaginario erotico è una cosa complicata. Alcune donne come me si eccitano a vedere altre donne nude, a sentire - scusate il termine crudo - "odore di fica". Poi capita loro di vedere su giornaletti e film porno due maschi che fanno l'amore e si ritrovano incredibilmente bagnate....incredibilmente, ma non poi tanto, l'omosessualità dell'altro sesso è sempre più affascinante di quella propria, almeno nelle fantasie....
      P.S. era tanto che non mi eccitavo con un giornaletto tra le mani...anzi, in una mano sola, perché l'altra....... :-))))))
      Un bacio, Gary...dove ti piacerebbe di più se io e te non fossimo perdutamente, irrimediabilmente omosessuali :-)))))))
      Lesbia

      Elimina
    3. Cara Lesbia, è sempre assai piacevole leggere le tue considerazioni, e anche questa volta sei riuscita a colpirmi parlando in modo semplice ma allo stesso tempo in modo sentito del tuo vissuto e del tuo immaginario erotico. Mi piace molto come parli di te stessa e della scoperta del tuo desiderio e delle difficoltà in cui ti sei trovata senza minimamente piangerti addosso. Mi piaci inoltre perché riesci ad essere cruda senza essere volgare, perché descrivi i tuoi desideri e le tue fantasie in un modo veramente coinvolgente (vorrai scusarmi ma mi sento oltremodo coinvolto)...torniamo alla questione iniziale avevo notato nel fumetto (che ha eccitato tantissimo anche me) che mentre la ragazza si faceva l'amica così naturalmente, il ragazzo invece per far sesso con un uomo doveva ricorrere all'ipnosi...sia per Gary che per te la soluzione è frutto di un pregiudizio come in modo chiaro ha indicato Gary.
      Un forte abbraccio :-)))
      antonius

      Elimina
    4. caro Antonius...che dirti? ricambio l'abbraccio, il coinvolgimento e la considerazione che ho di te (starò mica diventando "etero"? ossignore....!!!!!)
      baci
      Lesbia :-)))))

      Elimina
    5. cara Lesbia tranquilla rimani una 'gran lesbica' (parole tue che adopero con il massimo affetto, spero non ne avrai a male) con una bella joie de vivre, con infinita e spiccata sensibilità, con una gentilezza senza pari (e secondo me sei anche una bella gnocca)..ti ringrazio di cuore per le tue belle parole :-)))))
      baci
      antonius

      Elimina
    6. non me ne sono mai avuta a male di essere una lesbica, Antonius :-)))))
      P.S. a 20 anni non ero male (mi dicono), ora tendo a vedermi imbruttita (mi dicono che sia normale quando uno/a viene lasciato/a)
      ri-baci

      Elimina
    7. cara Lesbia dicevo solo di sperare che non avessi a male nel rivolgermi a te chiamandoti 'gran lesbica', tu lo puoi dire, io no se non con il tuo consenso, e sempre in modo affettuoso, e in simpatia....se non eri male a 20 anni ora che ne hai 25 la situazione non è cambiata :-))))))).....brutta cosa è essere lasciati, ma è anche transitoria e quindi il tuo presunto imbruttimento lo supererai di certo non per altro ai fini di seduzione della nuova compagna (munita di amica bona mi raccomando....):-)))))))))))))
      un abbraccio
      antonius

      Elimina
  5. La storia del dottor Graff sessuologo,e della sua infermiera - amante , mi hanno ricordato e non poco le storie della "Clinica dell'amore" di Haruka Inui, iniziato in Giappone nel 1987. Dubito che la casa editrice ne fosse a conoscenza,ma come coincidenza è simpatica. Molto belli i disegni di Laurenti, del quale continuo ad aspettare - Tippy ,datti da fare ;) - qualche storia della "Reporter"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima serie Reporter . Disegnata da un grandissimo Pesce. Lo stesso autore di Nikita e Top Model !

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Io però ho solo il primo numero, ed è disegnato da Laurenti. Pensavo avesse disegnato da solo tutta la serie

      Elimina
    4. forse il primo numero l'ha disegnato Laurenti , ma ti assicuro che molti numeri successivi sono disegnati da Pesce.

      Elimina
    5. Capisco. E poi,nel 1990, entrambi hanno lavorato per la Renzo Barbieri Editore ai tascabili horror sulla scia di Dylan Dog : Pesce per "Black Jack" ( Bernasconi ne illustrò lo speciale natalizio,e Tarantola - aiutante di Angiolini - l'ultimo numero uscito, il 7 o l'8,non ricordo) e Laurenti su "Donna Blu"

      Elimina
    6. Pesce è un bravissimo disegnatore di sexy-comics! Reporter fu una bella serie.IO ho diversi fumetti della serie NIkita (anche se non è della ediperiodici o edifumetto). Se ti interessando Tippi ..???

      Elimina
    7. Ciao Robb...io non pubblico solo fumetti Squalo o Rapace...Qui nel blog sono stati ospitate anche serie della Galax e di altre case editrici minori, l'importante è che siano vintage sexy del periodo 60-70-80 massimo primi anni 90...dopo di che non sono più molto vintage. Quindi tu se vuoi mandami qualcosa, non conosco la serie Nikita, ma la valuto volentieri, grazie ;) tippy.hostess@mail.com

      Elimina
  6. cara Tippy, lasciamelo dire....oggi me l'hai fatta veramente "tirare", come dicevano nei nostri cari vecchi fumetti...... :-))))))

    RispondiElimina
  7. Ma non ne trovate più di altri episodi ? Un fumetto veramente eccitante...

    RispondiElimina

Commenta la puntata

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...