ATTENZIONE

ATTENZIONE: QUESTO E' UN BLOG PER ADULTI!
CHIUNQUE SI SENTA OFFESO DAI SUOI CONTENUTI EROTICI E PORNOGRAFICI è PREGATO DI USCIRE.
IL BLOG NON HA NESSUN SCOPO DI LUCRO NE ALCUN INTROITO PUBBLICITARIO, VUOLE SOLO PROMUOVERE, INFORMARE E RISCOPRIRE LA VASTA E RICCA PRODUZIONE DEI MITICI FUMETTI VINTAGE EROTICI DEGLI ANNI '60-'70-'80 EDITI (A SUO TEMPO) DA VARIE CASE EDITRICI COME LA EDIFUMETTO E ALTRE ANCORA E CREATI DA VARI E SPESSO FAMOSI AUTORI E DISEGNATORI DEL PASSATO.
I DIRITTI DI QUESTE OPERE SONO DEGLI ATTUALI E VARI EREDI DI ARTISTI E PRODUTTORI DI ALLORA. TUTTO QUELLO CHE VEDETE PUBBLICATO NON E' DI MIA PROPRIETA', MA E' STATO REPERITO DAL WEB O FORNITO DA ALCUNI APPASSIONATI CHE VOLEVANO CONDIVIDERE E FAR CONOSCERE QUESTI (SPESSO MAGNIFICI) LAVORI DEL PASSATO.
NON SEMPRE POSSO SAPERE L'AUTORE DELLA SCANSIONE E QUINDI MI SCUSO SE ALCUNI FUMETTI NON HANNO QUESTA CITAZIONE, QUANDO INVECE SO CHI HA SCANSIONATO E CONDIVISO IL FUMETTO E' MIA PREMURA CITARLO E RINGRAZIARLO.
PER QUALSIASI RICHIESTA, INFORMAZIONE, DONAZIONE DI FUMETTI O ALTRO POTETE CONTATTARMI A QUESTA MAIL: tippy.hostess@mail.com

martedì 26 gennaio 2016

I MITICI FUMETTI: CAPPUCCETTO ROSSO in......IL PENNELLO DI RAFFAELLO



Proseguendo nel vasto mondo delle sexy fiabe, dopo Biancaneve e Pinocchio, dovevo prima o poi presentarvi anche una delle più amate eroine tra le più sporcaccione ovvero CAPPUCCETTO ROSSO, da non confondersi però con CAPPUCCETTO ROTTO (che è l'ideale seguito di questa serie in realtà). 
La versione erotica a fumetti della celebre fiaba classica (resa famosa nella trascrizione di Charles Perrault) è stata pubblicata dalla EMMEVI EDITRICE nel 1973 per 35 numeri fino al 1975, per poi diventare dal 75 al 1979 una nuova serie con nuove avventure e una protagonista un po' diversa e molto più audace e pornografica, intitolata CAPPUCCETTO ROTTO appunto. 
La stessa casa editrice aveva cambiato direttori e nome tramutandosi anch'essa in EDIZIONI CAB.
L'episodio che leggerete è il 16 della prima serie, quando ancora Cappuccetto era Rosso e non ancora Rotto...quindi molto più soft nelle illustrazioni, senza scene troppo spinte e pornografiche e giocando con  un'atmosfera più goliardica e ironica simile ai fumetti sexy fiabeschi-fantasy rivali come Biancaneve e Maghella...
Al contrario di queste due mitiche serie però, Cappuccetto Rosso, non aveva autori, ne disegnatori altrettanto magistrali e geniali come Frollo, Barbieri e co. e quindi come vedrete voi stessi, il tutto risulta molto più approssimativo e mediocre, anche se in generale il fumetto è comunque piacevole, pieno di battute e battutacce spesso divertenti, giochi di parole, riferimenti con la politica e la cronaca italiana di allora e disegni tutto sommato carini...
Come per altre serie simili, anche questa era una rivisitazione strampalata, bizzarra e molto libera della fiaba originale, la protagonista non è più un'ingenua bambina sperduta nel bosco , ma una ragazzina bionda tettoruta e molto maliziosa, che da semplice campagnola si tramuta nel corso delle sue avventure in una coraggiosa e temeraria sexy eroina, dandola via a più non posso, ma usando anche la testa e il cuore oltre che le altre seducenti doti fisiche messe a sua disposizione dalla generosa Madre Natura...
Nelle sue vicende, che mescolano anche altri personaggi di ben altre fiabe, come i famosi 40 ladroni, i sette nani, il pifferaio magico e altre ancora, non si sa se incontrerà mai il classico lupo cattivo e la dolce nonnetta, di sicuro questa Cappuccetto ha modo di incontrare e stringere amicizia con la bella e seducente Federica (e la sua mitica "mano amica"), il biondo e ben dotato Benfornito (di nome e di fatto) che diventeranno suoi compagni di numerose disavventure tragicomiche...Altri piccanti incontri dell'eroina saranno con personaggi storici come Leonardo da "Spingi" e il mitico Raffaello (dal grosso pennello....co-protagonista proprio di questo episodio) e a tanti altri dell'immaginario fantasy-horror come vampiri, streghe, mostriciattoli vari, uomini uccello e altre bestie parlanti...
Concluse le avventure come Cappuccetto Rosso, la serie si trasforma, cambia team creativo diventando come già scritto sopra  "Rotto", le vicende si fanno sempre più morbose, esplicite e pornografiche e la protagonista diventa una lolita molto più spregiudicata che vive avventure  fanta-erotiche almeno inizialmente più in linea con la fiaba originale, ma molto meno comiche. 
La prima serie vedeva come autori NINO CANNATA (alle sceneggiature)MILVIO CESERETO, DOMENICO MARINO e  LUCIANO MILANO ai disegni, mentre le copertine erano ad opera di PINO DANGELICO.
La seconda serie "ROTTO" invece era stata scritta da EDDY SEGANTINI e LUIGI NAVIGLIO con i disegni di  CARLO LEONE, WILSON WEIRA, DOMENICO MARINO, BENITO NASELLI e le copertine di PRIMO MARCARINI
La seconda serie ebbe ancora più successo della prima, forse in virtù dell'aspetto più hard, restando nelle edicole per 48 numeri. 
Esistono poi due ristampe di entrambe le serie: la prima intitolata FIOR DI NEVE (volendo sfruttare forse il successo della serie Biancaneve di Frollo) pubblicata nel 1975 e la seconda per le edizione GES nel 1999, CAPPUCCETTO ROTTO HARD, che sfrutta ancora di più la componente porno. 
Questa scansione è ad opera del magnifico GILGAMESH1963....Grazie!!
Buona lettura e se qualcuno possiede anche qualche numero della seconda e più audace serie, mi contatti al mio indirizzo mail tippy.hostess@mail.com   GRAZIE!!































































































































11 commenti:

  1. non vedo l'ora di leggere il seguito del fumetto spero che a cappuccetto rosso sia fatta una mega festa !!! continuate così sono una vostra oramai accanita lettrice!!! baci baci baci

    RispondiElimina
  2. Mi sono un po' rotto...devo dire. Insomma, è un bel blog, tante storie già belle e pronte, facili da leggere, non c'è bisogno di logarsi, di pagare, di scaricare nulla, basta schiacciare sul link del fumetto e si apre. L'unica cosa da fare, finita la storia e dopo essersi asciugati le mani, sarebbe quella di lasciare due parole di commento, per gentilezza, una cortesia a chi ha fatto un così bel blog, fare la fatica di schiacciare due tre tasti formando una parola di senso compiuto. Ma ci vuole così tanto? Io, che sono molto più cattivo di Tippy, se fossi in lei mi fermerei. Niente fumetto nuovo finchè il fumetto precedente non ha raggiunto almeno 15 commenti, di 15 persone diverse. E così via.
    Gary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo... qualche parola di commento è doverosa per chi ha fatto un blog così bello. Ma forse 8 commenti, di 8 persone diverse è più che sufficiente... non dobbiamo essere troppo cattivi ahahah :-))
      Complimenti davvero per il bellissimo blog Tippy, grazie.
      Fabri

      Elimina
  3. Purtroppo avete ragione: il lettore italiano è egoista. Sarebbe interessante sapere quante volte è stato letto questo fumetto e confrontarlo con il numero dei commenti. Mah...
    Vabbè, mi limito a dire che gli ottimi scan, se non lo aveste ancora indovinato, sono opera del mitico gilgamesh1963, che lo postò proprio e anche su SuperZeta.
    Un grazie anche a lui, quindi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ponty!! Non sapevo fossero di Gilgamesh!! Vado subito a scriverlo nel post allora, grazie :)))) ...e chissà se prima o poi riuscirò almeno a conoscere, per ringraziarlo personalmente il tuo compagnuccio : )))

      Elimina
  4. ..eggià mi ci metto anche io tra quelli che ha un po' mollato nei commenti, quando invece il fumetto letto, accompagnato sempre, e sottolineo sempre, da una nota introduttiva assai accurata della splendida Tippy merita un riscontro e non solo per ragioni di cortesia e ringraziamento...leggendo i vari commenti e partecipando a questi ho avuto modo di approfondire questioni non limitate al fumetto e/o al personaggio ma anche di indole generale e soprattutto, per quel che è possibile, conoscere qualcosa dei vari ma pochi scribacchini (oltre a Tippy Gary, Pontellino, Lesbia, La maialina)....
    Due parole non di circostanza sull'episodio....è di una demenzialità molto arguta e trascinante, vi è una rivisitazione di Gordon (che in quel periodo ebbe un bel revival)con trasposizione dei vari personaggi molto interessante e ben fatta, per non parlare dell'avvocato che ricorda Groucho Marx (credo che all'epoca proprio non ci fosse Dylan Dog...)
    antonius

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Antonius, tu non fai assolutamente parte di quelli che non scrivono . mi riferivo alle migliaia di persone che ogni giorno passano da qui, godono, in tutti i sensi, di questi fumetti e non lasciano nemmeno una parola di commento, nemmeno quando gli viene espressamente richiesta come nel fumetto precedente. Gary

      Elimina
  5. la cosa più bella spesso sono le tue presentazioni....hai un talento narrativo, cara Tippy......

    RispondiElimina
  6. sergio l. duma28 gennaio 2016 14:24

    Storia curiosa e divertente e pure i disegni, sebbene non paragonabili a quelli di mostri sacri come Leone Frollo, sono nel complesso efficaci e funzionali. Ho apprezzato l'ironia dei testi e delle situazioni e nello stesso tempo ho provato un po' di tristezza, pensando che in questi grami tempi di politically correct, storie del genere non verrebbero mai pubblicate. Comunque, ti faccio i complimenti per il blog e per le tue introduzioni.

    RispondiElimina
  7. Faccio notare che questa casa editrice è un'antenata della Galax!
    Un numero di Cappuccetto Rotto ero sicuro di averlo, però non lo trovo più! Va beh, magari prima o poi salterà fuori!

    RispondiElimina
  8. Tu t'es trompée dans l'étiquette : capuCCetto !

    Grazie ¹°°° per tuo blog.

    RispondiElimina

Commenta la puntata

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...