ATTENZIONE

ATTENZIONE: QUESTO E' UN BLOG PER ADULTI!
CHIUNQUE SI SENTA OFFESO DAI SUOI CONTENUTI EROTICI E PORNOGRAFICI è PREGATO DI USCIRE.
IL BLOG NON HA NESSUN SCOPO DI LUCRO NE ALCUN INTROITO PUBBLICITARIO, VUOLE SOLO PROMUOVERE, INFORMARE E RISCOPRIRE LA VASTA E RICCA PRODUZIONE DEI MITICI FUMETTI VINTAGE EROTICI DEGLI ANNI '60-'70-'80 EDITI (A SUO TEMPO) DA VARIE CASE EDITRICI COME LA EDIFUMETTO E ALTRE ANCORA E CREATI DA VARI E SPESSO FAMOSI AUTORI E DISEGNATORI DEL PASSATO.
I DIRITTI DI QUESTE OPERE SONO DEGLI ATTUALI E VARI EREDI DI ARTISTI E PRODUTTORI DI ALLORA. TUTTO QUELLO CHE VEDETE PUBBLICATO NON E' DI MIA PROPRIETA', MA E' STATO REPERITO DAL WEB O FORNITO DA ALCUNI APPASSIONATI CHE VOLEVANO CONDIVIDERE E FAR CONOSCERE QUESTI (SPESSO MAGNIFICI) LAVORI DEL PASSATO.
NON SEMPRE POSSO SAPERE L'AUTORE DELLA SCANSIONE E QUINDI MI SCUSO SE ALCUNI FUMETTI NON HANNO QUESTA CITAZIONE, QUANDO INVECE SO CHI HA SCANSIONATO E CONDIVISO IL FUMETTO E' MIA PREMURA CITARLO E RINGRAZIARLO.
PER QUALSIASI RICHIESTA, INFORMAZIONE, DONAZIONE DI FUMETTI O ALTRO POTETE CONTATTARMI A QUESTA MAIL: tippy.hostess@mail.com

lunedì 30 novembre 2015

I MITICI FUMETTI: MOSCHETTIERA in....FIGLIA DEL RE (PRIMO EPISODIO)



Grazie alla donazione del buon Roby (Grazie!!!) che ha fotografato tutto l'albo che ha nella sua collezione, ecco che finalmente riesco a pubblicare il primo rarissimo numero di MOSCHETTIERA, mitica serie della Edifumetto/Squalo datata 1982, molto amata  e ricercata dagli appassionati, ma anche molto difficile da trovare vista la sua breve durata (solo 20 numeri). 
Una serie in pieno stile feuilleton cappa e spada, un mix tra i romanzi di Dumas (I Tre Moschettieri/ Conte di Montecristo) e i manga di Lady Oscar, con l'aggiunta di molto sesso in più in una sorta di rivisitazione del' antesignana eroina sexy Isabella (con la quale questa serie ha molti similitudini nello sviluppo della trama). Come Isabella infatti, Rossana, la bellissima protagonista della serie è figlia illegittima di nobili origini, che per colpa di un losco e diabolico complotto si ritrova orfana e cresciuta prima da una tribù di briganti e successivamente dal buon Duca De Vichy....in entrambi i casi (come leggerete poi nel fumetto) la ragazza cresce forte e coraggiosa  imparando l'ottimo uso del fioretto, per potersi difendere dai male intenzionati e dai prepotenti che terrorizzavano la Francia di quel periodo. 
Anche in MOSCHETTIERA si mescolano personaggi storici ad altri completamente inventati e gli intrighi di corte, le malignità, gli agguati, i duelli, le feroci vendette, i veleni,  i tradimenti, colpi di scena, omicidi e scandali vari si susseguano inarrestabili fino alla fine...
In questo episodio apprenderete le origini della protagonista, che come anticipa il titolo è la figlia segreta del re... Ancora non diviene moschettiera, lo diventerà nei prossimi episodi appena arriverà alla corte del Re Luigi XIII e della regina Anna d'Austria (che diventerà alleata e confidente di Rossana). Pian piano la nostra bionda eroina compierà il suo piano di vendetta contro gli assassini della sua vera madre, riacquisterà i suoi diritti di nobildonna, ma prima dovrà vedersela con colei che ancor prima di nascere si è dichiarata la sua nemica numero uno, la più infida e pericolosa donna di Francia: la regina Maria de Medici e col suo diabolico e intrigante scagnozzo Concino Concini (che già da questo primo numero si presentano ai lettori in tutta la loro spietata malvagità e perversione). 
Ideata da RENZO BARBIERI nel 1982  e conclusasi nel 1983 dopo 20 episodi, la serie vedeva i disegni interni di CARLO PANERAI e tutte le 20 splendide copertine disegnate dal bravissimo maestro EMANUELE TAGLIETTI.  
Da molti fu salutata come un'evoluzione ancor più sexy e piccante appunto della celebre Isabella, ma il successo e la tenuta in edicola fu decisamente minore rispetto a quella vecchia serie sexy-avventurosa, anche se al contrario di Isabella, almeno la Moschettiera ebbe una sua trama-narrazione più logica e precisa, senza gli inutili  dilungamenti e sviluppi incongruenti con la trama originale degli ultimi episodi di Isabella. 
Essendo una serie anni '80, il sesso mostrato era più esplicito, il linguaggio più colorito e piccante, ma di base l'intrigo avventuroso e da romanzo d'appendice funzionava e reggeva bene il tutto amalgamandosi discretamente con i momenti erotici. 
A conclusione serie uscirono poi diverse raccolte e ristampe della serie, alcune con nuove copertine. 

Non essendo una scansione, ma preso da scatti fotografici, questo episodio lo vedrete sistemato dalla sottoscritta alla bene-meglio, ma in generale risulta leggibile...spero soddisferà comunque la curiosità di molti appassionati come me, che ancora non conoscevano questa serie e farà felici invece chi invece questa serie nei mitici anni '80 l'aveva magari letta, ma erano anni che non la rivedeva...Rossana grazie a Roby è tornata, con la sua spada e tutto il suo conturbante sex appeal...

Buon divertimento!!






































































































































































































11 commenti:

  1. Son partito un po' prevenuto perché il genere "cappa e spada" non mi ha mai attratto particolarmente, invece questa storia m'ha piacevolmente stupito, grazie Tippy.

    RispondiElimina
  2. Son partito un po' prevenuto perché il genere "cappa e spada" non mi ha mai attratto particolarmente, invece questa storia m'ha piacevolmente stupito, grazie Tippy.

    RispondiElimina
  3. ma infatti...i disegni non son niente di speciale ma la storia é decisamente all'altezza di vari fumetti storici d'autore

    RispondiElimina
  4. Tippy, so che per i temi trattati nel fumetto il cognome PENErai cadrebbe (è proprio il caso di dirlo) a pennello, ma il nome giusto dovrebbe essere Panerai ;)
    Ottimo lapsus, anyway :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra parentesi, spero che molti di voi avranno riconosciuto lo stile di Carlo Panerai: trattasi infatti di colui che disegnò per primo Cimiteria!
      Stile singolare, ma che devo dire non mi dispiace affatto.

      Elimina
    2. ahahah scusami Pontellino, devo avere il correttore automatico T9 calibrato sul porno mi sa :- ))) correggo subito! Grazie!!!

      Elimina
    3. Ma certo! Come non riconoscere il grande Carlo Panerai....
      ahaha sto mentendo, ovviamente, ignorante come sono, non sapevo chi fosse.
      Però sono orgoglioso di ricordare che quando ho commentato un numero di Cimiteria postato qui nel blog, ho difeso lo stile rapido, essenziale (forse anche economico...niente sfondi, niente particolari...) ma molto efficace del disegnatore.
      Gary Sgarbi

      Elimina
  5. Cara Tippy non conoscevo la Moschettiera e la sua lettura è stata una bellissima e piacevole sorpresa...assai bella la storia e soprattutto l'unione tra personaggi storici e personaggi di fantasia...molto godibili le scene di sesso...e la protagonista Rossana risulta essere assai valida...ma la sorpresa che letteralmente mi ha tolto il fiato è che nello stesso 1982 (se non erro) in Francia viene pubblicato il primo volume di Le sept vies de l'epervier/ Le sette vite dello sparviero che si apre con la nascita da rapporto adulterino e con morte della madre in circostanze drammatiche della nobile Ariane de Troil, futura abile spadaccina, proprio mentre la regina Maria de Medici dà alla luce il futuro Luigi XIII...l'ambiente storico è il medesimo e in entrambe le opere agiscono gli stessi personaggi storici (Enrico IV, Maria de Medici, Concini) e le due protagoniste (al di là della caratterizzazione dovuta al tipo dell'opera) presentano non poche affinità....due autonome ispirazioni? può darsi...scusami per il lungo sproloquio
    antonius

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow Antonius, grazie delle informazioni...non conoscevo l'opera francese che citi nel tuo commento, probabilmente Barbieri o qualche suo scagnozzo ne deve aver tratto spunto per creare un fumetto erotico con la trama, personaggi e ambientazione simile mi sa :- ))

      Elimina
    2. Leggila Tippy te la consiglio vivamente...ora è stata ripubblicata in due volumi da Mondadori in Historica...
      antonius

      Elimina
  6. splendidi gli intrighi di corte e splendide le scene e l'ambientazione...io adoro quell'epoca i costumi le atmosfere...mi sarebbe piaciuto essere una piccola dama di compagnia dolce e servizievole...!! storia fantasmagorica piena di amori ed azioni !! grazie me la rileggo di nuovo troppo figa !! baci baci baci

    RispondiElimina

Commenta la puntata

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...