ATTENZIONE

ATTENZIONE: QUESTO E' UN BLOG PER ADULTI!
CHIUNQUE SI SENTA OFFESO DAI SUOI CONTENUTI EROTICI E PORNOGRAFICI è PREGATO DI USCIRE.
IL BLOG NON HA NESSUN SCOPO DI LUCRO NE ALCUN INTROITO PUBBLICITARIO, VUOLE SOLO PROMUOVERE, INFORMARE E RISCOPRIRE LA VASTA E RICCA PRODUZIONE DEI MITICI FUMETTI VINTAGE EROTICI DEGLI ANNI '60-'70-'80 EDITI (A SUO TEMPO) DA VARIE CASE EDITRICI COME LA EDIFUMETTO E ALTRE ANCORA E CREATI DA VARI E SPESSO FAMOSI AUTORI E DISEGNATORI DEL PASSATO.
I DIRITTI DI QUESTE OPERE SONO DEGLI ATTUALI E VARI EREDI DI ARTISTI E PRODUTTORI DI ALLORA. TUTTO QUELLO CHE VEDETE PUBBLICATO NON E' DI MIA PROPRIETA', MA E' STATO REPERITO DAL WEB O FORNITO DA ALCUNI APPASSIONATI CHE VOLEVANO CONDIVIDERE E FAR CONOSCERE QUESTI (SPESSO MAGNIFICI) LAVORI DEL PASSATO.
NON SEMPRE POSSO SAPERE L'AUTORE DELLA SCANSIONE E QUINDI MI SCUSO SE ALCUNI FUMETTI NON HANNO QUESTA CITAZIONE, QUANDO INVECE SO CHI HA SCANSIONATO E CONDIVISO IL FUMETTO E' MIA PREMURA CITARLO E RINGRAZIARLO.
PER QUALSIASI RICHIESTA, INFORMAZIONE, DONAZIONE DI FUMETTI O ALTRO POTETE CONTATTARMI A QUESTA MAIL: tippy.hostess@mail.com

mercoledì 1 luglio 2015

I MITICI FUMETTI: ZORA LA VAMPIRA in...LA VAMPIRA



È da quando ho aperto questo blog, anni fa, che a gran voce i lettori e appassionati di fumetti vintage sexy mi chiedono  di lei...Finalmente grazie al caro Satanetto Skunk del magnifico blog 
"Zora, Sukia, Ulula e le altre..."  che gentilmente mi ha inviato una scansione del primo numero, ecco che posso pubblicare ZORA LA VAMPIRA, mitica e amatissima succhia-sangue che dagli anni 70 fino ad oggi continua a emozionare moltissimi fan del fumetto-horror  in tutto il mondo.


Un vero cult che ha superato forse come fama e apprezzamenti molti altri eroi e eroine dei fumetti sexy made in Italy suoi coetanei, grazie appunto anche allo straordinario successo ottenuto anche oltre i nostri confini. Creata dal solito Renzo Barbieri (al quale i fan del sexy fumetto dovrebbero fare un monumento) nel 1972 per contrastare il successo della prima biondissima vampira sexy dei fumetti JACULA (da lui stesso creata sul finire degli anni '60), Zora è una delle prime serie pubblicate dalla neonata GEIS (divenuta poi Squalo-Edifumetto) casa editrice fondata dal Brabieri negli anni 70 una volta uscito dalla Ediperiodici.

Il direttore ricreò quindi una vampira simile a Jacula (come tipo di storie e fattezze grafico stilistiche) che a poco a poco rubò la scena (e i lettori) all'eroina della Ediperiodici...Una vera guerra a suon di "sangue e tette". Entrambe biondissime, ma se Jacula era più nordica longilinea e quasi algida nelle forme, Zora era molto più voluttuosa, rotonda e avvolgente nel disegno del suo fisico che la faceva volutamente rassomigliare ad una giovane Catherine Denevue (altro sex symbol di quegli anni). 

La serie conta oltre 288 episodi  e ben 5 "stagioni", più supplementi e ristampe varie avvenute sino ai giorni nostri praticamente, in edizioni sempre più pregiate, a colori e in antologie uscite persino in libreria. Si perché Zora grazie ad una forte e convincente "sceneggiatura", un avvincente plot narrativo e ottimi disegni, superò i confini del semplice fumettaccio erotico tascabile e divenne col tempo quasi un vero e proprio fumetto horror di serie A. 
L'erotismo c'era ed era anche forte e trasgressivo in Zora (con incursioni nell'incesto, nel sadomaso, feticismo, necrofilia, bondage ecc...) ma era sempre trattato in maniera leggera, più erotica che esplicitamente pornografica e anche quando negli anni 80 le serie simili si adeguarono alle scene di sesso sempre più spinte e ricche di particolari, Zora comunque mantenne una sua predisposizione alla narrazione horror-avventurosa più che a quella porno. 

Le sempre più belle copertine erano disegnate tra gli altri da grandi illustratori come Emanuele Taglietti, Alessandro Biffignandi, Sandro Angiolini, Pino Dangelico , mentre le tavole erano firmate negli anni da Birago Balzano, Giuseppe Montanari, Pino Antonelli e Gianni Pinaglia, Eugenio Benni e altri...

Il successo fu tale che Zora continuò ad apparire  in alcuni nuovi episodi fuori serie auto-conclusivi, pubblicati in altre collane ed ebbe poi l'onore di fare da guest-star in un mitico episodio della serie SUKIA (che prossimamente vedrete pubblicato...sempre grazie al caro Satanetto). Nel 2000 Zora viene omaggiata anche dal cinema italiano, grazie a un film parodia dei Manetti Bros, dove troviamo una Zora (più comica che erotica)  reincarnata in una giovane ragazzotta "romana" dei giorni nostri...

Nel primo episodio che troverete di seguito invece, 

apprenderete le  origini della bellissima e pericolosa ZORA 

che da innocente  vergine dell'Inghilterra ottocentesca 

diviene un'assetata  succhiatrice di sangue, grazie 

"nientepopodimenoche" al Conte Dracula in persona.

Dopo che il padre della ragazza  ha portato  il cadavere del 

vampiro a casa sua  dalla  Transilvania  per studiarlo,

la piccola Zora con un bacio risveglia Dracula  

e da li in poi ,tramutandosi lei stessa in vampira, 

precipiterà in una lunga spirale di delitti, orrore, 

perversione vivendo numerose avventure... 

Particolarità di   questa vampira è la possibilità 

di vivere anche alla luce del  sole, per il resto il fumetto già 

dal primo episodio ha un  pungente erotismo morbosetto, 

dato dall'attrazione  incestuosa che ha il padre di Zora verso 

la sua bella figliola... 

Le scene di sesso sono veramente "all'acqua di rose" nel 

primo  numero, per vedere un po' di più bisognerà aspettare 

le ultime tavole  disegnate negli anni '80, 

anche se come già scritto, Zora lo si apprezza  molto di più 

per altri fattori... Da notare poi la lettera d'apertura ai lettori 

 che invita chi ha domande o  curiosità per Zora  a scriverle 

con tanto di indirizzo della vampira!!...

Chissà se  qualcuno le ha scritto  veramente e se evocandola, 

la bellissima Zora ha poi risposto...


buoni brividi estivi a tutti!!





























































































































Nessun commento:

Posta un commento

Commenta la puntata

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...