ATTENZIONE

ATTENZIONE: QUESTO E' UN BLOG PER ADULTI!
CHIUNQUE SI SENTA OFFESO DAI SUOI CONTENUTI EROTICI E PORNOGRAFICI è PREGATO DI USCIRE.
IL BLOG NON HA NESSUN SCOPO DI LUCRO NE ALCUN INTROITO PUBBLICITARIO, VUOLE SOLO PROMUOVERE, INFORMARE E RISCOPRIRE LA VASTA E RICCA PRODUZIONE DEI MITICI FUMETTI VINTAGE EROTICI DEGLI ANNI '60-'70-'80 EDITI (A SUO TEMPO) DA VARIE CASE EDITRICI COME LA EDIFUMETTO E ALTRE ANCORA E CREATI DA VARI E SPESSO FAMOSI AUTORI E DISEGNATORI DEL PASSATO.
I DIRITTI DI QUESTE OPERE SONO DEGLI ATTUALI E VARI EREDI DI ARTISTI E PRODUTTORI DI ALLORA. TUTTO QUELLO CHE VEDETE PUBBLICATO NON E' DI MIA PROPRIETA', MA E' STATO REPERITO DAL WEB O FORNITO DA ALCUNI APPASSIONATI CHE VOLEVANO CONDIVIDERE E FAR CONOSCERE QUESTI (SPESSO MAGNIFICI) LAVORI DEL PASSATO.
NON SEMPRE POSSO SAPERE L'AUTORE DELLA SCANSIONE E QUINDI MI SCUSO SE ALCUNI FUMETTI NON HANNO QUESTA CITAZIONE, QUANDO INVECE SO CHI HA SCANSIONATO E CONDIVISO IL FUMETTO E' MIA PREMURA CITARLO E RINGRAZIARLO.
PER QUALSIASI RICHIESTA, INFORMAZIONE, DONAZIONE DI FUMETTI O ALTRO POTETE CONTATTARMI A QUESTA MAIL: tippy.hostess@mail.com

mercoledì 24 ottobre 2012

EPISODIO FUORI SERIE: FANTHOMAN in CAMERIERA IN CALORE!


Carissimi lettori e carissime lettrici, finalmente pubblico un nuovo racconto!! Grazie alla collaborazione di     ALADINO BIRICHINO che ha scritto con me questo episodio fuori serie ispirato alle avventure sexy di un porno-eroe mascherato dei fumetti italiani anni '80: FANTHOMAN...di questo personaggio si conosce poco, non è trai più famosi del genere fumettistico sexy, ma è chiaramente una versione porno dei tanti banditi mascherati dei fumetti stile PHANTOMAS, KRIMINAL o DIABOLIK. Insieme a ALADINO BIRICHINO  (che ringrazio!)  ci siamo divertiti a creare un nostro episodio e se vi piacerà magari in futuro ne arriveranno altri. Intanto sono felicissima di poter far rivivere questo blog da tempo "addormentato" causa impegni della sua creatrice...Poi rinnovo l'invito a tutti a collaborare in racconti, idee, immagini di fumetti o quant'altro in modo da far rimanere sempre più attivo questo blog che nonostante la sua stasi continua ad avere giornalmente diversi lettori, visitatori e fan. Vi ringrazio per questo e vi lascio alla sexy lettura della PRIMA PARTE di questo nuovo episodio fuori serie...Presto arriverà il continuo!! Caldissimi baci a tutti ;)

FANTHOMAN in: CAMERIERA IN CALORE (Prima parte)

Bianca, la cameriera - ore 18, Villa Merciosa:





Lavorare come cameriera per un imprenditore, ricco, famoso e ora divenuto anche un importante uomo politico, all ’inizio mi era sembrata l’occasione della mia vita. 
Il mio sogno da bambina era fare la modella, ma nonostante fossi molto carina d’aspetto, possedessi le "misure" giuste, non ero alta abbastanza per gli standard ufficiali…così rinunciai presto a quel sogno e per pagarmi gli studi all’ università, mi sono ritrovata a fare la donna di servizio per le famiglie bene della città. Quando un dì, il destino volle che il maggiordomo e amministratore di Villa Merciosa, residenza del famoso Salvino Berlunoni sparse la voce nei salotti bene della città, che il suo padrone stava cercando una nuova cameriera.

La precedente era stata licenziata per motivi del tutto oscuri e ora Belunoni cercava un rimpiazzo adeguato, ovvero una ragazza giovane di non oltre i 25 anni, bella presenza, con esperienza di servizio presso ricca famiglia e molto discreta. La moglie del signor Tosi, famiglia presso la quale lavoravo prima, fece subito il mio nome contenta di levarmi da sotto gli occhi sempre arrapati di suo marito ed eccomi adesso qui a spolverare lo studio dell’uomo più ricco e potente del paese. 
Come dicevo, all’inizio mi sembrò una fortuna: stipendio da favola (il triplo rispetto alla precedente paga), villa lussuosa, sempre piena di vip e personaggi che contano, una camera personale con bagno che neanche al Grand Hotel, un orario flessibile…ma poi, giorno dopo giorno, constatai il rovescio della medaglia, ovvero i coniugi Berlunoni…
Lei una biondona di circa 40 anni, alta, bella nonostante il silicone che le usciva da tutti i pori, ex attrice fallita di nessun talento che odia il marito utile solo a mantenerla. Una donna che mi comanda a bacchetta, sempre acida. Lui al contrario un finto simpaticone, ma in realtà vecchio laido, cadente, porco, che appena la moglie è in giro per le sue mensili ospitate di beneficenza nel terzo mondo (tanto per far sapere ai giornali quanto sia bella e buona) oppure in vacanza nella villa al mare o in montagna a seconda delle condizioni climatiche, fa arrivare dal suo faccendiere (un altro squallido, vecchio bavoso manager televisivo) delle ragazze di varie specie!

Inizia sempre con la solita cena elegante, (da me servita insieme al maggiordomo Aurelio e un altro cameriere, Valerio) in una lunga tavolata con lui capotavola da un lato e il laido manager da l'altro e nel mezzo questa sequenza sempre maggiore di ragazzotte...

Finita la cena, tra risate finte delle "sgallettate" alle battute scadenti del padrone e un po’ di musica ( del genere che nemmeno più mia nonna ascolta), le ragazze e il padrone scendono di sotto in una stanza segreta dove io non so cosa c’è e il vecchio manager se ne va. Poi a turno dopo poco le ragazze risalgono e se ne vanno accompagnate alla porta da Aurelio che chiama per loro delle auto blu…
Spesso ne rimane una o due che se ne vanno via la mattina dopo molto presto credo. Se due più due fa quattro, non è difficile capire che quelle che rimangono passino la notte con il padrone…mamma mia che schifo, non posso neppure pensarci. 
La padrona quindi è una gran cornuta e credo che qualcosa sospetti anche lei perché ogni giorno che passa diventa sempre più acida, isterica e io ne pago le conseguenze…proprio come oggi che sono costretta a spolverare i soprammobili nello studio del padrone, soprammobili già spolverati questa mattina, pulitissimi immacolati, ma lei solo perché è nervosa mi fa rispolverare all’ infinito. 

Con la mia divisa molto corta e sexy (così la vuole il vecchio schifoso), mi arrampico su una scaletta per pulire dei trofei di tennis posti in alto sopra uno scaffale…offro il mio bel culetto dritto dritto in faccia a quello strano soprammobile nuovo che non avevo mai visto fino ad oggi, un cagnolone di porcellana dai grandi occhioni neri e con la linguetta di fuori…
E' veramente kitch come tutto il resto dell’arredamento, il padrone non ha gusto, più le cose sono volgari più a lui piacciono…come le ragazzotte che ospita in quelle famose sere: da principio giovani e belle vallette della tv, attricette di fiction siliconate, ma almeno di un certo nome…poi è andato sempre più a scadere come ospiti, chiamando dei veri puttanoni, mulatte dai labbroni osceni e gonfiati da sembrare quasi delle trans da viale notturno, bionde ochette coatte o senza cervello ma dalle tette enormi oppure ragazzette extracomunitarie chiaramente minorenni. 
Valerio, l’altro cameriere le chiama escort…che tradotto a casa mia sarebbe puttane…Che squallore e tristezza, se la padrona sapesse, se il paese sapesse!!….Ma io per contratto non posso dire niente, e continuo a spolverare per arrivare alle 20 quando finalmente potrò staccare, andarmene in camera mia e riposare. 
Stasera niente festini…il padrone non c’è, per fortuna è all’ estero per un convegno, c’è solo lei la padrona che mangia poco e in fretta rinchiusa in camera sua. Sarà una nottata tranquilla quindi, in questa grande villona…è persino il giorno libero di Valerio che se ne è andato chissà dove...dopo aver servito la cena in camera alla signora anche Aurelio se ne andrà stasera. Rimarremo sole io e la padrona con i vigilantes fuori dal cancello della villa a vegliare più che su di noi, sui tesori, documenti e segreti di quel laido del Berlunoni…



Getto via lo spolverino e mi diverto a fare la scema, quell’ orrendo cagnolone sembra osservarmi allora gioco a fare la troietta, mi lecco le labbra, stringo i seni da sopra la divisa per farli quasi scoppiare nella scollatura, poi riprendo lo spolverino e col manico mi struscio la passerina vogliosa…è da tempo che non faccio sesso, ho una voglia incredibile, ma qui sono circondata da un maggiordomo chiaramente gay, un cameriere brutto come la fame, un padrone vecchio e orrendo, dal culo cadente, il parrucchino…devo per forza fare da sola e così con il manico mi stuzzico la fighetta, bagnando sempre più le mutandine e mentre queste colano attendo l’ora per smontare, mentre quel cagnaccio di porcellana sembra osservarmi curioso….la porta si apre di scatto…ops è lei, la Padrona…mi ricompongo in fretta, lei mi guarda col suo sguardo acido e severo e dice: “Vattene Bianca!…controllo che tutto sia pulito e se trovo anche un granello di polvere te la faccio pagare…vai lasciami sola!” …io umilmente obbedisco ed esco chiudendomi la porta alle mie spalle…
Fanthoman ore 18:00 cunicolo segreto:

Per vendicarmi del mio defunto padre,suicidatosi per banca rotta, il mio unico obiettivo ormai era incastrare quel delinquente  che lo aveva spinto a spararsi un colpo in bocca: il capo del governo Berlunoni. Ho iniziato studiando i suoi spostamenti, i suoi leccapiedi collaboratori e tutto il manipolo di servi che gli girano intorno cercando di capire sempre di più quali fossero i suoi giri loschi. 
Quel vecchio bavoso però sa il fatto suo e tiene tutto segreto nell’ inespugnabile villa Merciosa, ma io ho trovato il modo per incastrarlo. L’altro giorno sono andato a trovare una mia vecchia amica Sandra la quale lavora nel mondo televisivo grazie alle sue spiccate doti da "pompinara", le ho portato un grosso pacco e le ho chiesto di farlo recapitare nell’ ufficio privato di Berlunoni. Sapevo di contare su di lei perché non fa troppe domande ma soprattutto perché conosce ogni punto debole del Presidente….”puoi stare tranquilla Sandra, saprò bene come ricompensarti” dopo una pacca sul culo e un bacio sul collo sono andato via...

Il mio piano per adesso ha funzionato alla perfezione, in quel grosso pacco c’era una cane di porcellana con una telecamera nascosta e adesso è posizionato dentro l’ufficio…da qui posso osservare ogni movimento nella stanza…vediamo se funziona…accendo il pc ed ecco l’ufficio, da ora registrerò ogni movimento. Ecco che entra una giovane cameriera a spolverare, sembra molto carina ed ha un culo veramente da favola…tutto ciò inizia a piacermi. 
Sembra che guardi verso di me, speriamo non si sia accorta della videocamera installata dentro il cagnone …ma cosa fa…inizia a toccarsi i seni e la fighetta…ha un vestitino molto sexy che mette in mostra tutte le sue qualità, il mio cazzo inizia ad indurirsi ma devo stare concentrato sul lavoro….però questa sta facendo proprio la troietta davanti a me, devo tirarmelo fuori, non sta più nei jeans. 
Purtroppo proprio quando inizio a masturbarmi davanti a questo belvedere entra la padrona di casa dalla porta. La cameriera si ricompone ed esce. Cerco in qualche modo di riprendere la concentrazione sul lavoro, sull’ ufficio, quando compare nella visuale Veronica la moglie di Berlunoni. Da quando ho iniziato a pedinare il Presidente lei è diventata il mio sogno erotico più perverso, ogni volta che ho voglia di staccare un po’ dal lavoro prendo il giornale di gossip dell’estate “tuttochiacchiere” dove in copertina compaiono le tettone di Veronica racchiuse in un minibikini che compre a malapena i capezzoli...

Adesso non mi sembra vero di avercela davanti al video, con una gonna molto corta sopra un tacco 10 ed una camicetta bianca trasparente che mal nasconde quel seno prosperoso in un reggiseno di pizzo viola. La signora si accomoda su una grossa poltrona di pelle nera, compone il numero con fare sospetto e inizia la chiacchierata: 
“Ciao Carlos, ieri sera è stato molto bello e ho ancora voglia di vederti, il prossimo week end sei invitato nella villa in Sardegna, voi giocate in trasferta contro il Cagliari quindi sabato sera puoi scappare dal rifugio, so io come coprirti….un bacio”...
Hai capito con chi se la spassa la troietta, con la punta brasiliana della squadra di suo marito, sembra quasi innamorata”. Veronica si lascia andare nella poltrona, accarezza i suoi grossi seni e ad occhi chiusi si slaccia due bottoni della camicetta. 





Io zompo sulla sedia e incollo i miei occhi sul video, il cazzo torna eretto in un attimo felice di godermi questo spettacolo di nascosto. La mogliettina è probabilmente vogliosa di un bel torello brasiliano, si solleva la gonna fino a scoprire una bella passera gonfia con una sottile striscia di pelo sopra. Più lei allarga le gambe più io muovo la mia mano su tutta l’asta… la cappella si gonfia quando la signora solleva le gambe sopra la scrivania dandomi la vista di un bel buchetto del culo. La mia masturbazione segue il ritmo della sua che infila ripetutamente due dita nella figa senza mai smettere di pizzicarsi quei due capezzoloni larghi e duri. 







Non riesco più a stare seduto, la mia mano scivola veloce, sento la porcona gemere di piacere, la sua faccia si contrae, la mano si sposta sul clitoride, si muove veloce e tutta la figa inizia a colare, completamente bagnata, fino all’ano. A questa vista non mi trattengo più ed esplodo in due, tre, quattro fiotti densi…accarezzo l’asta ancora dura e ricaduto sulla sedia. 
Guardo di nuovo lo schermo, la signora si è ricomposta ha aperto la cassaforte ha preso un blocchetto di soldi ed è uscita dalla stanza. Lo sapevo, son sicuro che in quella cassaforte ci sono dei fogli segreti devo solo scoprire il codice, adesso però so chi posso convincere….
Bianca - Villa Merciosa, ore 21.30...
Ho finito di cenare e mi appresto ad andare a riposare...in tv non c'è nulla di buono come sempre. Dopo quattro chiacchiere al telefono con la mia amica Valeria, decido di andare a dormire, non prima di aver eseguito il compito affidatomi dal padrone. 
Ogni sera infatti prima di coricarmi devo entrare nel suo studio, aprire il quarto cassetto nel mobile bar e prendere con me una cartelletta di documenti sigillati, portarli in camera mia e infilarli sotto il mio materasso e poi la mattina dopo appena torno rimetterli al proprio posto. Io non sono una deficiente, ho capito che quei documenti sono molto scottanti e che il padrone non vuol farli trovare e da gran furbone delinquente che è non li nasconde in cassaforte, ma nel cassetto del mobile bar dove in pochi cercherebbero e la notte per evitare possibili incursioni di ladri li fa nascondere sotto il materasso della serva tanto nessun ladro verrebbe a rubare in camera della serva...
Chissà cosa conterranno mai quei documenti sigillati, sicuramente qualcosa di scottante, compromettente per lui se ci tiene a preservarli più di tutto il resto di quello che ha in cassaforte o nel suo ufficio...La tentazione di aprire la cartelletta è sempre grande, ma resisto, non voglio mettermi nei guai, non posso perdere questo lavoro che mi permette di mantenermi agli studi, dare i miei esami...
Entrata nell'ufficio estraggo dal mobile la cartelletta e osservo quello strano cane di porcellana dai grandi occhi...dopo di che, presi i documenti mi avvio in camera, chissà se la padrona dorme...io ho un sonno pazzesco stasera, sono talmente stanca che dopo aver messo i documenti sotto il materasso crollo sopra di esso e mi addormento, non faccio neppure in tempo a togliermi la divisa, fare una doccia e mettere la camicetta da notte...sono già nel mondo dei sogni...pazienza se mi risveglierò tra poco mi svestirò e farò tutto il resto, adesso ho solo voglia di dormire mmm.....
Fanthoman - In viaggio, ore 21.17 ...

Ora che so dove son nascosti i documenti scottanti mi basta solo intrufolarmi in quel fortino e poi portare tutti ai giornali, è arrivato il momento di Fanthoman!!
Infilo la mia divisa viola senza intimo sotto, per renderla più aderente in modo da essere agile quando devo scavalcare le recinzioni; il mantello, gli stivali neri con la punta d’acciaio, vecchio ricordo di mio padre; la cintura gialla accessoriata di pistola, coltellino, frusta e manganello; i guanti anch’ essi gialli e la mascherina. 
Sono pronto, salgo sul mio furgoncino nero all’ apparenza simile a molti altri ma con accessori meccanici ed informatici eccezionali. Accendo lo schermo collegato con la mia telecamera e vedo che quella puttanella della cameriera ha preso dei documenti dalla cassaforte e li ha portati via….
Cazzo!! Non ci voleva e adesso dove saranno finiti? Non importa ci penserò una volta che sarò dentro quella villa. Ho studiato da tempo questo piano, tutti gli spostamenti delle guardie, per me sarà un gioco da ragazzi. Parcheggio sul retro di villa Merciosa dietro un muretto, controllo la situazione con la camera termica installata nel furgoncino……perfetto come sospettavo ci sono solo i cani perché le guardie controllano tutto con le telecamere nascoste. Prendo la carne per i cani e scendo, lancio tutti i pezzi di carne che ho davanti al cancelletto del retro…conosco bene questa razza e i loro gusti infatti abboccano come pesciolini senza fare una piega. 
Mi sposto di qualche metro, salgo sulla recinzione in muratura e in balzo sono sugli alberi. Le telecamere non sono puntate in alto e grazie alla mia agilità e al mio frustino posso balzare da una cima dell’albero all’ altra senza essere visto da nessuno. Così facendo arrivo direttamente al secondo piano, nelle sale notte, dove l’allarme non è inserito, con questo caldo di sicuro qualcuno dormirà con le finestre aperte…
Vediamo un po’…sarei tentato di entrare subito nella stanza della moglie baldracca….no,no niente distrazioni, oggi si lavora!
Eccola li la finestra aperta, arpiono la trave col mio frustino e son subito dentro la camera….la riconosco è quella della cameriera, lei sta già dormendo col suo bel visino dolce. Mi nascondo dietro la tenda, osservo la stanza ma è tutto in ordine e non vedo i documenti che sto cercando…….eccoli, trovati, spuntano da sotto il materasso. Mi avvicino piano piano, la cameriera si è addormentata con tutta la divisa, dalla gonnellina sporge un culetto tondo coperto da sol filo di tanga azzurrino….è proprio una bella ragazza….chissà cosa sta sognando, ha un viso rilassato e una faccia molto felice…le labbra sono perfette abbastanza carnose. Immaginando un suo pompino la mia verga s’indurisce spingendo forte sulla divisa aderente, continuo a fissare quel bel culetto…la mano non riesco a controllarla e scivola sulle sue gambe scoperte…..






Bianca  -Villa Merciosa - ore 22 ...


...Sto sognando o no? sento una mano guantata sulle mie gambe che sale piano palpandomi l'interno fino ad arrivare allo spacco del mio culetto...qualcuno tira il mio tanga che da davanti preme sulla mia fichetta fino a strapparsi netto...
Mi sveglio di soprassalto, qualcuno mi ha strappato le mutandine nel buio...accendo la lucetta del comodino con il cuore in gola incapace di urlare e mi vedo davanti un marcantonio mascherato con tanto di frustino in mano e pacco enorme in bella vista...sta annusando le mie mutandine che mi ha appena strappato...il fiato si sblocca e riesco a urlare, ma lui pronto mi tappa la bocca con la sua mano balzando sul letto con il resto del suo corpo...sento premere quel duro pacco proprio sopra la mia fighetta rimasta nuda, mi divincolo impaurita chiedendomi tra me chi sia...poi mi viene in mente quella foto di giornale
...Ma si è Fanthoman!!! il bandito mascherato, terrore dei ricchi e corrotti, ricercato dalla polizia, ma imprendibile da sempre...mmm il suo pacco è decisamente duro e grosso e nonostante la paura sfregando la mia fica inizia a farmela bagnare a dovere...lo vedo avvicinare la bocca sul mio collo...la sua lingua mi lecca, poi sento un morso vicino all'orecchio e una voce che inizia a sussurrarmi cose oscene...poi passa il manico della sua frusta lungo il mio corpo, prima sui seni e poi scendendo pericolosamente verso il basso...mmmm....la figa trema, ma sgocciola a dismisura...
Vorrei gridare adesso, lo faccio, ma il mio grido rimane soffocato dalla sua mano premuta sulla mia bocca...quel bastardo infatti ha infilato adesso lo spesso manico della frusta dentro la mia fica e come se fosse un grosso vibratore lo spinge su e giù con movimenti decisi, ma anche precisi come quelli di un esperto del sesso che sa i punti giusti da sfregare per provocare piacere e dolore al tempo stesso...lo sento ridere in maniera diabolica ma sexy, mentre mi scopa con quel manicone e poco dopo mordicchia i miei seni da sopra la mia divisa...la mia fica gocciola sempre di più e non posso far a meno di godere, arrendermi a un rantolo di piacere, reclinando la testa, sospirando...subito l'uomo mascherato ne approfitta per togliere la mano dalla mia bocca aperta e ansimante e veloce inserire la sua lingua anch'essa molto, molto esperta...



FINE PRIMA PARTE...

3 commenti:

  1. Che figata! W Fanthoman, Berlunoni corntazzo!!

    RispondiElimina
  2. Salve come posso scaricare i tuoi fumetti? Grazie

    RispondiElimina
  3. Ciao Anonimo, purtroppo non ho i fumetti completi in pdf da poter caricare qui sul blog e poi scaricare. Io pubblico racconti basati su quei fumetti e personaggi, poi ogni tanto quando li trovo anche delle tavole complete prese da un forum francese e riadattate in italiano...quelle le trovi nei post titolati I MITICI FUMETTI, presto ne pubblicherò di nuovi...li puoi tranquillamente copiare come immagine e testo se vuoi ;) Un bacio!

    RispondiElimina

Commenta la puntata

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...